le notizie che fanno testo, dal 2010

Chiara Ferragni, Fedez e le foto social che violano la privacy di Leone

Chiara Ferragni ha partorito da meno di 48 ore ma le foto del figlio Leone, con tanto di primi piani, sono state già pubblicate sui social dai genitori (e non solo). Neanche è nato, e la privacy di Leone è già stata violata.

Come è ormai noto, la fashion blogger Chiara Ferragni ha partorito il suo primo figlio, nato dall'amore con il rapper Fedez. A meno di 24 ore dalla nascita, però, la privacy di Leone è già stata ampiamente violata.
Chiara Ferragni e Fedez infatti hanno immediatamente postato su Instagram (di proprietà di Facebook, in questi giorni oltretutto al centro dello scandalo sulla diffusione illecita di oltre 50 milioni di dati degli utenti) le foto di Leone.

Una foto di Leone in braccio ai genitori, un'altra foto di Leone in braccio al papà Fedez a torso nudo ed infine, una bella foto di Leone che lo ritrae da capo a piedi. Senza contare la foto di Leone quando era ancora nella pancia della mamma Chiara Ferragni.

Per Chiara Ferragni e Fedez è normale postare la loro vita sui social, d'altronde lo fanno anche per lavoro.
Evidentemente però non si sono chiesti se il figlio Leone sia contento di avere già tutta questa notorietà, visto che l'influencer ha 12 milioni di follower e il rapper 5 milioni, senza contare tutti quelli che capitano sui loro profili solo per puro voyeurismo.

Da ricordare che in base al Codice della privacy italiano "non è permessa in alcun modo la pubblicazione di notizie e contenuti che consentano l'identificazione, anche indiretta, di un minore", anche se a postare dati, foto e video sono gli stessi genitori.
Una recente sentenza del Tribunale di Mantova ha sottolineato inoltre che "l'inserimento di foto di minori sui social network costituisce comportamento potenzialmente pregiudizievole per essi in quanto ciò determina la diffusione delle immagini fra un numero indeterminato di persone, conosciute e non, le quali possono essere malintenzionate e avvicinarsi ai bambini dopo averli visti più volte in foto on-line, non potendo inoltre andare sottaciuto l'ulteriore pericolo costituito dalla condotta di soggetti che 'taggano' le foto on-line dei minori e, con procedimenti di fotomontaggio, ne traggono materiale pedopornografico da far circolare fra gli interessati, come ripetutamente evidenziato dagli organi di polizia".

Nel corso dell'ultima Relazione annuale davanti al Parlamento, il Garante della privacy Antonello Soro ha avvertito infatti che "la pedopornografia in rete e particolarmente nel dark web è in crescita vertiginosa", chiarendo che la "fonte involontaria sono i social network in cui genitori postano le immagini (foto e video, ndr) dei figli".
Non a caso, stando a quanto scrive Vanity Fair, grazie a queste foto postate da Chiara Ferragni e Fedez, Leone Lucia avrebbe già almeno una dozzina di profili fake a lui dedicati.

E' stato invece il Tribunale di Roma a quantificare il risarcimento per un figlio, stanco del fatto che la madre pubblicava commenti sulla sua vita con a corredo tanto di foto sui social network. La sentenza ha stabilito che la madre dovrà versargli 10mila euro e cancellare dai social ogni riferimento al figlio, da quando è nato. Visto il conto in banca dei genitori, se Leone in futuro vorrà quindi rivendicare il proprio diritto alla privacy potrà sicuramente stare a posto per il resto della sua vita.

© riproduzione riservata | online: | update: 22/03/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Chiara Ferragni, Fedez e le foto social che violano la privacy di Leone
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI