le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni Lombardia 2018: con LeU serve accordo alla tedesca, dice Damiano (PD)

Cesare Damiano del PD sulla coalizione con Liberi e Uguali.

incomprensibile l'atteggiamento di LeU (Liberi e Uguali, ndr) a proposito delle alleanze regionali. Il mezzo passo avanti compiuto - scrive in un comunicato il presidente della Commissione Lavoro a Montecitorio Cesare Damiano -, con un via libera a Zingaretti e l'indisponibilità nei confronti di Gori, non può essere spiegato solo con le 'affinità di sinistra' con i candidati".

"Intanto, quando si fa parte di una coalizione, si negozia un programma. - chiarisce il deputato del Partito Democratico - È da lì che si misura il grado di convergenza sui temi ed è anche l'occasione per sostenere, per le forze di sinistra, il proprio punto di vista su temi cruciali come quelli dell'economia, del lavoro e dello Stato sociale. Inoltre non può essere ignorata la nuova situazione che si è determinata in Lombardia dopo la rinuncia di Roberto Maroni: si può creare l'opportunità, irripetibile per il centrosinistra, di poter vincere in una Regione considerata finora off limits".

"Le scelte locali non possono essere ricondotte plasticamente alle divisioni nazionali: la nostra gente non lo capirebbe. Persino in Germania Merkel e Schultz hanno fatto l'accordo di Governo che sbarra la strada alle forze di estrema destra: noi non riusciamo a farlo in Lombardia?" domanda infine l'esponente dem.

© riproduzione riservata | online: | update: 12/01/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Elezioni Lombardia 2018: con LeU serve accordo alla tedesca, dice Damiano (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI