le notizie che fanno testo, dal 2010

BCE: in Italia e Spagna rischio dietrofront su riforma pensioni

Nell'ultimo bollettino economico la BCE avverte che in Italia e Spagna esiste il rischio che le riforme pensionistiche non vengano attuate a pieno

"In diversi Paesi con livelli già elevati di debito pubblico sono necessari ulteriori sforzi di riforma volti a ridurre il previsto aumento della spesa connessa all'invecchiamento demografico" si legge nell'ultimo bollettino economico della BCE. Un appello rivolto in particolar modo a Italia e Spagna affinché "le riforme pensionistiche varate negli ultimi anni trovino piena attuazione".

La Banca centrale europea mette infatti nero su bianco "il rischio che si compiano" in questi Paesi "passi indietro rispetto alle riforme pensionistiche precedentemente adottate". Un rischio, si specifica dall'Eurotower, che "sembra elevato".
La BCE consiglia quindi i Paesi ad intraprendere "azioni politiche risolute" ed a incrementare "gli sforzi di riforme strutturali in ambiti quali pensioni, sanità e assistenza di lungo periodo".

L'Italia viene citata anche in un secondo passaggio. Secondo la BCE, infatti, "la riduzione dei requisiti di aggiustamento" sull'abbassamento del deficit / PIL concessi dalla Commissione UE all'Italia e alla Slovenia sono stati possibili solo "a scapito della completa trasparenza, coerenza e prevedibilità dell'intero quadro di riferimento".
Bruxelles ha infatti accordato a Roma un abbassamento dello 0,3% contro lo 0,6% previsto mentre Lubiana l'ha ridotto solo dello 0,6% invece che dell'1 per cento.

© riproduzione riservata | online: | update: 28/06/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
BCE: in Italia e Spagna rischio dietrofront su riforma pensioni
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI