le notizie che fanno testo, dal 2010

Ddl povertà: per parametri reddito inclusione ascoltare Comuni, dice Anci

L'Anci commenta l'approvazione del ddl povertà che introduce il reddito di inclusione.

«Il passo segnato oggi dal Senato, con l'approvazione della legge delega per il contrasto alla povertà, è un fatto storico per il nostro Paese. Per la prima volta in Italia sarà prevista una misura strutturale, il reddito d'inclusione, per alleviare le difficoltà di 400 mila famiglie italiane, ovvero 1,8 milioni di cittadini. Non è la risposta definitiva, certo, ma rappresenta senz'altro un passo importante per la storia del nostro Paese», dichiara in una nota il sindaco di Reggio Emilia e delegato Anci al welfare, Luca Vecchi.

«Siamo convinti - aggiunge - che nella stesura del decreto attuativo previsto dalla legge verranno prese nella giusta considerazione le osservazioni giunte dai territori, e in particolare dai Comuni, per rendere più efficace ed equa questa misura, con la modifica di alcuni limiti presenti negli originari criteri per l'accesso al Sia».

«Nel giorno in cui il Paese fa un grande investimento sul tema del contrasto alla povertà - conclude infine Vecchi - sentiamo però anche il dovere di segnalare la nostra preoccupazione per i paventati tagli al Fondo per le politiche sociali. Sappiamo che si sta facendo un grande lavoro, anche con le Regioni, per garantire il totale ripristino del Fondo, e confidiamo che l'esito di questa interlocuzione riesca ad evitare pesanti cadute sui territori e, soprattutto, alle persone che più hanno bisogno».

© riproduzione riservata | online: | update: 09/03/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Ddl povertà: per parametri reddito inclusione ascoltare Comuni, dice Anci
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI