le notizie che fanno testo, dal 2010

Svimez conferma che Sud torna a crescere: ma preoccupa povertà, dice Losacco (PD)

Alberto Losacco del PD commenta i dati del rapporto Svimez sul Mezzogiorno.

"I dati Svimez confermano la bontà delle misure messe in campo dal governo - diffonde in un comunicato il parlamentare del PD Alberto Losacco -, con il Mezzogiorno che dopo anni durissimi torna finalmente a crescere. La strada da fare è ancora tanta, ma la direzione è quella giusta".

"La crescita dell'1% di PIL non è solo un dato importante che interrompe sette anni in negativo, ma segnala anche una crescita superiore dello 0,3% rispetto alla media nazionale. - precisa - Inoltre, vi è il dato positivo sull'occupazione giovanile, con una crescita del +3,9% a fronte di una media nazionale del 2,8, dove spicca il dato di un settore come l'agricoltura su cui diverse sono state le misure del governo per favorire l'ingresso delle giovani generazioni".

"Tuttavia i dati sulla povertà, così come quelli sull'emigrazione giovanile, sono fonte di preoccupazione. - ammette - Per questo, accanto a misure di contrasto al fenomeno, come in Puglia è stato fatto con il ReD, vi è la necessità di sollecitare da un verso le forme di attivazione imprenditoriale giovanile anche per aggredire il tema dei Neet, ossia dei giovani che hanno smesso di studiare e che non cercano un lavoro. E, contestualmente, di sostenere la piccola e media impresa che resta il cuore pulsante dell'economia meridionale, sulla scia di quanto già previsto dall'attuale legge di Bilancio, che mette in campo risorse importanti soprattutto per quei soggetti che scommettono sull'innovazione."

© riproduzione riservata | online: | update: 10/11/2016
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Svimez conferma che Sud torna a crescere: ma preoccupa povertà, dice Losacco (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI