le notizie che fanno testo, dal 2010

Depotenziamento sala controllo RFI Bari rischia 70 esuberi, dice Losacco (PD)

Alberto Losacco del PD contro il depotenziamento della sala di controllo RFI di Bari.

"Se le notizie relative al depotenziamento della sala di controllo RFI di Bari corrispondono a verità - illustra in un comunicato il deputato del Partito Democratico Alberto Losacco -, che cosa intende fare il ministero delle Infrastrutture al fine di assicurare la piena funzionalità di una sede strategica per la Puglia e il Paese, nonché il mantenimento del livelli occupazionali?".

"Dagli organi di stampa si apprende che RFI si appresterebbe a depotenziare la sala controllo traffico di Bari a seguito di una volontà aziendale di realizzare una nuova sala controllo traffico a Pescara. - spiega infatti il parlamentare - La SSC di Bari gestisce attualmente il controllo del traffico ferroviario lungo tutta la linea adriatica dal Salento fino a Rimini per oltre 1000 Km. La road map di depotenziamento della sede di Bari partirebbe dal prossimo mese di marzo con la perdita della supervisione lungo la Sulmona-Terni, per proseguire poi nei mesi successivi con la perdita del controllo lungo le linee Civitanova Porto D'Ascoli per completarsi nel 2018 con la sottrazione della Rimini-Termoli".

"Le organizzazioni sindacali sono molto preoccupate perché tale riorganizzazione inevitabilmente comporta ripercussioni negative anche sui livelli occupazionali. - avverte - Le modifiche di competenza sulle linee marchigiane comportano già un depotenziamento di 30 unità lavorative. A rischio complessivo vi sarebbero circa 70 posti di lavoro."

© riproduzione riservata | online: | update: 01/02/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Depotenziamento sala controllo RFI Bari rischia 70 esuberi, dice Losacco (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI