le notizie che fanno testo, dal 2010

Xylella: UE mette in mora Italia. Sani (PD): procedere con piano Siletti

"La lettera della UE ci ricorda che dobbiamo procedere con le iniziative che la gestione emergenziale ha previsto e confermiamo il nostro pieno sostegno al piano del commissario Siletti che più volte abbiamo ricevuto e ascoltato in commissione Agricoltura", dal Partito Democratico la posizione di Luca Sani sul caso Xylella.

"La lettera della UE ci ricorda che dobbiamo procedere con le iniziative che la gestione emergenziale ha previsto e confermiamo il nostro pieno sostegno al piano del commissario Siletti che più volte abbiamo ricevuto e ascoltato in commissione Agricoltura. Stupiscono le dichiarazioni del Presidente Emiliano sulla gestione dell'emergenza Xylella, visto che stiamo pagando le spese di tutte le scelte mai compiute a livello locale" afferma in una nota Luca Sani, deputato del PD, commentando il fatto che la Commissione europea ha inviato all'Italia una lettera di messa in mora, primo passo della procedura di infrazione europea, per non aver adottato misure sufficienti per contenere la diffusione del batterio della Xylella
"Forse dimentica che il Governo, per la prima volta in Italia in un caso simile, è intervenuto con la Protezione Civile su richiesta della Regione Puglia e che è stato proprio lui, il 2 luglio, a chiedere la proroga dello stato di emergenza per altri 6 mesi" prosegue l'esponente dem, aggiungendo: "È tempo che anche gli enti locali assumano in pieno le loro responsabilità, evitando di cadere nello scaricabarile, tenuto conto soprattutto che a gennaio finirà la gestione emergenziale. Stiamo parlando della tutela di un patrimonio straordinario come quello olivicolo, non solo pugliese, e della salvaguardia di tutto il sistema vivaistico italiano, che è stato fortemente penalizzato dalla vicenda xylella."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: