le notizie che fanno testo, dal 2010

UE apre procedura di infrazione contro Italia su gestione xylella

La Commissione europea ha inviato all'Italia una lettera di messa in mora, primo passo della procedura di infrazione europea, per non aver adottato misure sufficienti per contenere la diffusione del batterio della Xylella.

La Commissione europea ha inviato all'Italia una lettera di messa in mora, primo passo della procedura di infrazione europea, per non aver adottato misure sufficienti per contenere la diffusione del batterio della Xylella. "La Commissione ritiene che l'Italia non stia rispettando i propri impegni sullo sradicamento" degli ulivi infetti e "sul contenimento e sulla sorveglianza" contro la diffusione del batterio xylella fastidiosa, spiega infatti il portavoce della Commissione europea con delega alla Salute e alla Sicurezza alimentare, Enrico Brivio.
"L'apertura di una procedura di infrazione contro l'Italia sul caso xylella è purtroppo l'epilogo di una vicenda gestita con troppa superficialità e pressapochismo" denuncia quindi il senatore di Forza Italia Michele Boccardi, aggiungendo: "L'emergenza, infatti, è stata affrontata con un piano caotico e inconcludente, che ha avuto come unico risultato quello di mettere in crisi il comparto agricolo e vivaistico pugliese. Uno dei settori cardine della competitività della Puglia rischia ora di essere definitivamente messo in ginocchio, con ripercussioni gravi sui livelli occupazionali. E' evidente che di tutto questo si dovrà tenere conto, iniziando a ragionare, da oggi, su come sostenere il comparto."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: