le notizie che fanno testo, dal 2010

Vuvuzela: labbra come la Jolie per la "vuvu lips"

I Mondiali sono accompagnati dal ronzare della vuvuzela che sta ferendo le labbra dei tifosi. La patologia è stata battezzata "vuvu lips" è fa venire delle labbra alla Angelina Jolie.

Chi ha seguito anche una sola partita dei Mondiali è stato colpito dal ronzare di milioni di mosconi giganti intorno allo stadio. Il suono è prodotto da un tipo di trombetta prima d'allora sconosciuta al globo terrestre e ora segnalata per essere uno strumento di tortura audio.
Soffiare per oltre 90 minuti con la vuvuzela significa non solo avere polmoni come mongolfiere ma anche delle labbra a prova di attrito. La notizia delle prime "ferite da vuvuzela" è dei giornali sudafricani che riportano tifosi con le labbra di Angelina Jolie. La patologia è già stata ribattezzata "vuvu lips" (vuvu labbra). Sulla rete i tifosi si lamentano che dopo aver suonato la vuvuzela si ritrovano le labbra come punte da un'ape. Gli esperti dicono che per non "rifarsi le labbra" bisogna usare il baby-oil e della vaselina. Ma i pericoli non sono finiti qui. Le vuvuzela se passate di bocca in bocca sono degli eccellenti veicoli di trasmissione di herpes e influenza. Le bonarie maledizioni per i suonatori delle trombette forse hanno già colpito nel segno, le "vuvu lips" all'Angelina Jolie sono solo l'inizio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: