le notizie che fanno testo, dal 2010

World Cup, azzurre inarrestabili. Brasile ko e Olimpiadi più vicine

Le azzurre del ct Massimo Barbolini si aggiudicano la settima vittoria su sette incontri nella Coppa del Mondo di volley che si sta giocando in Giappone. Dopo la vittoria schiacciante per 3 a 0 contro il Brasile, all'Italia mancano sei punti per avere la qualificazione diretta alle Olimpiadi di Londra del 2012. Sugli scudi la Lo Bianco, premiata come migliore della partita, e l'italoargentina Costagrande. Male le brasiliane a causa dei troppi errori (18 totali nel match).

Sette su sette. Con la vittoria per 3 set a 0 contro il Brasile, il cammino delle azzurre verso la qualificazione diretta alle Olimpiadi di Londra 2012 (a sole sei lunghezze per arrivare al traguardo) diventa molto più facile di quanto ci si poteva attendere. Alla vigilia della World Cup in Giappone, la squadra di Massimo Barbolini non si poteva certo immaginare un ruolino di marcia così dominante e la conferma della grandezza di questa Italia si è vista soprattutto nell'ultimo match contro le ragazze verdeoro. La capacità delle azzurre di mettere in difficoltà le avversarie, soprattutto con la Croce che mette tutto il suo carisma per impedire alle brasiliane di concludere con facilità, è la caratteristica dominante di un gruppo sempre unito, concentrato e all'altezza di ogni situazione. Solo il primo set ha visto rincorrere l'Italia, prima dal 5-9 poi dal 14-16. Le ragazze di Barbolini hanno comunque portato a casa il set trascinate dalla schiacciatrice Costagrande, che crea il break del 23-21 e segna 8 punti personali, e dalla Gioli che chiude con una palla in banda. Il secondo set non ha storia. L'Italia "sotterra" la squadra del tecnico Zé Roberto con un 25-16 in 23', con un plauso particolare alla difesa capace di raccogliere ben 10 palloni brasiliani. Nel terzo set il Brasile prova a reagire ma le azzurre si mostrano ciniche e inarrestabili. Il 25-22 finale è siglato dall'ace della Bosetti che regala la gioia al ct Barbolini che, dopo aver abbracciato il suo vice Bracci, va a festeggiare con tutta la squadra. Un'immagine di un gruppo splendido che, se continua così, non teme rivali.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: