le notizie che fanno testo, dal 2010

World Cup Volley: Italia ok con Giappone, testa a testa con il Brasile

Gli azzurri hanno battuto il Giappone padrone di casa e hanno riconquistato il terzo posto a pari punti con il Brasile, vincente solo al tie-break contro la Polonia. Per qualificarsi alle Olimpiadi di Londra 2012, l'Italia maschile di volley dovrà vincere oggi contro l'Iran di Julio Velasco e sperare che il Brasile perda almeno un set.

Per l'Italia sarà oggi la giornata decisiva per la qualificazione alle Olimpiadi di Londra 2012. I ragazzi di Mauro Berruto, dopo aver battuto a Tokyo i padroni di casa del Giappone per 3 a 0, si trovano ora a pari punti con il Brasile (21) che ha sofferto ma vinto al tie-break contro la Polonia. Ad una gara dal termine, i verdeoro conservano però un set di vantaggio che li confermerebbe al terzo posto in questa World League, l'ultimo utile per volare a Londra 2012 assieme a Russia e Polonia (già matematicamente qualificate), qualora anche oggi vincessero per 3 a 0. Per l'Italia è quindi d'obbligo vincere l'ultima partita contro l'Iran di Julio Velasco (oggi ore 7.00), sperando in un "piccolo" passo falso dei campioni in carica contro il Giappone (oggi ore 10.20). Se oggi Mastrangelo e compagni dovessero portare a casa un 3 a 0, allora dovrebbero sperare che il Brasile perda un set, in modo da prendersi il terzo posto e, di conseguenza, la qualificazione ai giochi olimpici. Una speranza che, obiettivamente, ha poche probabilità di essere esaudita in quanto il Giappone visto ieri proprio contro gli azzurri è sembrato davvero poca cosa. L'Italia ha però sofferto nei primi due set, forse perchè nella testa aveva ancora la batosta del giorno prima con la Polonia. I tanti errori al servizio e in attacco hanno portato gli azzurri a dover rincorrere e vincere, senza mai esaltare, il primo set per 25-22 e il secondo per 26-24. A differenza della terza frazione, dove un brillantissimo Parodi ha mantenuto la squadra sempre avanti che ha chiuso per 25-22, conquistando la settima vittoria in dieci gare. Una vittoria d'obbligo, visto il "piccolo" regalo della Polonia di Anastasi che è riuscita a strappare un punto al Brasile, aumentando le speranze dell'Italia per quest'ultima giornata di World League.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: