le notizie che fanno testo, dal 2010

World Cup: Italia, quante emozioni! USA battuti 3 a 1

Il quarto successo consecutivo in World Cup per l'Italia di Mauro Berruto arriva grazie al 3 a 1 rifilato agli Stati Uniti. Dopo un primo set da record (vinto dagli azzurri 41-39) Savani e compagni continuano a mettere grinta e determinazione andando a conquistare i 3 punti che li lanciano alla terza fase di questa Coppa del Mondo: ad attenderli ad Hamamatsu ci saranno Cuba, Serbia e Argentina.

Quarta vittoria di fila e la consapevolezza di poter fare qualcosa di grande. L'Italia di Mauro Berruto ha battuto per 3 a set a 1 gli Stati Uniti nella quinta gara di World Cup, con una partita fatta di grinta, personalità e gruppo. Che il match di Kumamoto (Giappone) si sarebbe trasformato in un'altra grande prestazione azzurra si è capito già dal primo set. Nell'incredibile 41-39 l'Italia è capace di annullare la bellezza di 7 palle set fino a conquistare il primo parziale grazie all'incredibile vena realizzativa di Lasko (dall'inizio della competizione non sbaglia un colpo) e la grinta di capitan Savani. Nel secondo set c'è Parodi, entrato al posto di Zaytsev durante la prima frazione, ma gli azzurri sono concentrati e non mollano un centimetro agli americani. Anderson, fenomenale nel primo set, cala un poco, così Mastrangelo e compagni chiudono anche il secondo parziale con il punto di Zaytsev (rientrato al posto di Savani) che approfitta di uno dei pochi errori degli Stati Uniti. Nel terzo set arriva l'orgoglio americano firmato Stanley che, in combinazione con la proverbiale difesa USA, accorcia le distanze con gli azzurri. Nel quarto set l'Italia deve ancora soffrire l'assalto degli americani che mettono a terra il punto del 13-10. Ma gli uomini di Berruto vogliono evitare a tutti i costi il tie-break, quindi sorpassano grazie ai soliti Lasko e Savani fino al punto finale del 25-21 messo a terra da Travica. I tre punti conquistati proiettano gli azzurri verso Hamamatsu con la partenza prevista per oggi. Ad attenderli da domenica a martedì ci saranno Cuba, Serbia e Argentina.

nd>

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: