le notizie che fanno testo, dal 2010

Italvolley, 3 a 1 all'Argentina. Berruto: "A Tokyo il sogno continua"

Il ct della nazionale italiana di volley sottolinea l'importante risultato ottenuto ad Hamamatsu (3 a 1 all'Argentina) rilanciando il "sogno azzurro" per un posto alle prossime Olimpiadi di Londra 2012. In questo momento l'Italia è qualificata, ma da venerdì a Tokyo dovrà vedersela ancora con Polonia, Giappone e Iran.

Treno, destinazione Tokyo. Con tutti i nostri sogni, perfettamente intatti, in valigia". Con queste parole scritte sulla propria pagina Twitter, Mauro Berruto ha voluto annunciare il viaggio dell'Italia verso la capitale giapponese, dove si giocherà la fase finale della World Cup. Il "sogno" degli azzurri si chiama Olimpiadi di Londra 2012, e dopo la vittoria di ieri contro l'Argentina è ancora più vicino. I ragazzi di Berruto si trovano ora al terzo posto a 17 punti, uno in più del Brasile sconfitto ieri 3 a 1 dalla Serbia e se l'Italia da qui in avanti non dovesse più sbagliare un colpo, allora il "sogno" azzurro potrebbe anche diventare più consistente. E' vero che la Polonia, prossima avversaria degli azzurri, è sopra di 5 punti, ma è anche vero che dovrà affrontare ancora il Brasile (campione in carica) e la Russia. Ma proprio questi ultimi, 4 punti sopra l'Italia, hanno la possibilità di fare il "colpaccio" nell'ultima giornata contro i polacchi. In ogni caso Berruto ancora non vuole fare conti e si gode la vittoria di ieri contro l'Argentina che porta i suoi ragazzi a 2 giorni di riposo prima del rush finale. La partita di Hamamatsu contro la formazione albiceleste non è però stata priva di difficoltà, riscontrate soprattutto in un tiratissimo primo set. Il 34-36 in favore dell'Argentina è infatti frutto di imprecisione in ricezione e 4 palle set non sfruttate dagli azzurri. La sfida nella sfida è tra i due palleggiatori: l'italiano Travica e l'argentino De Cecco, l'uno sostituto dell'altro fino all'anno scorso nella Gabeca Monza. Il primo set è a favore dell'argentino ma nella seconda frazione esce allo scoperto l'orgoglio italiano e soprattutto un grande Ivan Zaytsev. Il giocatore della M.Roma, assieme a Lasko, firma l'1 a 1 chiuso da Savani sul 25-20. Gli uomini di Berruto ritrovano coraggio e continuità nei fondamentali, soprattutto nella battuta del capitano (3 ace per lui sugli 8 totali della squadra) che lancia la fuga azzurra. I 24 punti totali di Lasko, i servizi di Fei (schierato ancora titolare come centrale) e un grande Zaytsev permettono all'Italia di vincere senza eccessiva difficoltà gli altri due set e portare a casa 3 punti fondamentali per la rincorsa alle Olimpiadi di Londra nel 2012.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: