le notizie che fanno testo, dal 2010

Europei: Italvolley perde contro Serbia ma pass per World Cup Giappone

A Vienna l'Italia di Berruto non concretizza il sogno di una storica vittoria agli Europei, perdendo in finale contro una Serbia trascinata da un mostruoso Ivan Milijkovic. Gli azzurri conquistano comunque un posto per la prossima World Cup in programma in Giappone e la cartezza di aver creato una grande squadra.

Il sogno non si è realizzato. La finale degli Europei di volley a Vienna dimostra che la squadra più forte del continente è la Serbia che batte l'Italia per 3 set a 1 (17-25; 25-20; 25-23; 26-24). Gli azzurri possono comunque essere soddisfatti di un risultato assolutamente superiore alle attese ma, soprattutto, della qualificazione diretta alla World Cup in Giappone, che si giochera dal 20 novembre al 4 dicembre. Gli uomini di Berruto hanno però sognato nella medaglia d'Oro, soprattutto dopo aver dominato il primo set (25-17). Ma la Serbia, come dimostrato contro la Russia in semifinale, è una squadra compatta, che non molla mai. Il secondo set infatti l'Italia lo perde 25 a 20 ma lotta nel terzo fino al 25-23 e perso a causa di una battuta fortunata di Terzic con il pallone che si "arrampica" sulla rete. Il quarto set è la partita di Milijkovic. "Ivan il terribile" bombarda assiduamente gli azzurri (chiudento la partita con 37 punti all'attivo) e Terzic, di nuovo in battuta, chiude il match con una palla finita sulla riga e giudicata fuori da Simone Parodi. La nona finale europea per l'Italvolley finisce con la terza sconfitta, mentre la Serbia esulta per la prima volta nella sua storia, dieci anni dopo la vittoria della Jugoslavia nel 2001 a Ostrava. Ivan Milijkovic si guadagna meritatamente il titolo di miglior giocatore in assoluto della competizione, mentre tra gli azzurri va fatto un applauso a Andrea Bari (miglior libero) e il serbo naturalizzato italiano Dragan Travica (miglior palleggiatore).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: