le notizie che fanno testo, dal 2010

Casa Modena, sfogo di Martino: altro anno a Lube e mi sarei impiccato

Lo schiacciatore piemontese si presenta alla sua nuova squadra, il Casa Modena, rivivendo i brutti momenti del suo recente passato. Martino giocherà con i gialloblu in prestito fino al termine della stagione.

Martino si presenta, o meglio, si sfoga. In occasione della conferenza stampa per la sua presentazione come nuovo acquisto di Casa Modena, Matteo Martino discute del suo recente passato trascorso a Macerata: "I due anni alla Lube Banca Marche Macerata sono stati i due anni peggiori della mia carriera. Se avessi dovuto giocare lì un altro anno mi sarei impiccato". Si libera di un peso lo schiacciatore piemontese, precisando che il problema non è stato della dirigenza, definita "serissima", ma che "ci sono stati problemi di altro genere". Il riferimento non proprio casuale riguarda i rapporti con il resto della squadra. E lo si capisce quando tocca il tasto della nazionale italiana: "Evidentemente se non volevo più giocare indoor a Macerata - confessa Martino - anche la nazionale non mi interessa perché vi troverei le stesse persone. Ho deciso di giocare a beach volley per staccare da quella situazione... E il prossimo anno qualche torneo lo tornerò a fare". Matteo infatti, nell'estate del 2010, non fu convocato in nazionale per la World League, decidendo così di intraprendere anche la carriera da beacher. Si è così allenato con tutta la Nazionale Italiana di Beach Volley, partecipando infine al Campionato italiano di beach volley 2010. Dopo lo sfogo Martino si concentra sul futuro e su questo nuovo anno in prestito a Modena, dove potrà giocare con la maglia gialloblù nel Campionato di Serie A1 Sustenium a partire dalla quarta Giornata di Andata: "Quando mi è arrivata la chiamata di Modena mi sono subito entusiasmato e non ci ho pensato due volte: questa società, questa piazza e questa squadra mi danno grandi stimoli ed appunto grande entusiasmo. Dovevo arrivare già due anni fa, finalmente sono qui e non vedo l'ora di allenarmi e di giocare. Cosa mi aspetto? Più che aspettarmi qualcosa da Modena sono io che devo dimostrare di meritarmi Modena e di essere quel giocatore che ero fino ad un paio di stagioni fa".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: