le notizie che fanno testo, dal 2010

Azzure in cima al mondo: "Vittoria strameritata", Costagrande Mvp

L'Italia di volley femminile conquista per la seconda volta la Coppa del Mondo, dopo quella vinta quattro anni fa. Contro il Kenya le azzure trionfano per la decima volta su undici partite superando in classifica gli Stati Uniti che invece perdono incredibilmente contro le padrone di casa del Giappone.

Così doveva essere e così è stato. Come quattro anni fa l'Italia di volley femminile festeggia la vittoria della World Cup. Soprattutto perché la qualità messa in campo dalle ragazze del ct Barbolini nelle 11 partite giocate (e 10 vinte) è stata assolutamente impressionante. Di fatto sono gli Stati Uniti ad aver consegnato la coppa nelle mani azzurre, colpevole di aver mollato nell'ultima gara contro le padrone di casa del Giappone. Le nipponiche hanno affondato le americane con un 3 a 0 lasciandole a quota 26 in classifica, mentre le ragazze azzurre "asfaltano" il Kenya fanalino di coda e portandosi in testa a quota 28. Il 3 a 0 finale (25-6, 25-10, 25-17) rappresenta la decima vittoria nel torneo e ha visto come protagoniste le azzurre che fino a quel momento hanno avuto meno opportunità di giocare. Il ct Barbolini sceglie di dare spazio a Signorile in palleggio con Lucia Bosetti opposta, Folie e Anzanello centrali, Sirressi libero e Caterina Bosetti e Carolina Costagrande a martello. L'argentina naturalizzata italiana, tra l'altro, è stata molto ricercata dalla stampa cinese visto che fra meno di un mese comincerà il campionato orientale nel Guangdong Hengda. "Sono contento che abbiamo chiuso il torneo con una vittoria" ha detto Barbolini che, con una punta di incredulità, confessa: "Già il fatto di arrivare tra le prime tre era un sogno, ma penso che abbiamo vinto strameritatamente". Il ct azzurro ammette che questa World Cup ha un sapore più buono rispetto a quella vinta quattro anni fa, semplicemente per il fatto che "è stata più sofferta e soprattutto perché vincere la prima volta è difficilissimo ma riconfermarsi lo è ancora di più". Oltre alle sue ragazze, Barbolini ringrazia nuovamente la Federazione internazionale che ha assegnato all'Italia la wild card, che consiste nella possibilità di far partecipare ad un determinato torneo una squadra non regolarmente qualificata. Visibilmente soddisfatta Carolina Costagrande, schiacciatrice azzurra e grande protagonista di questa vittoria, premiata con il premio Mvp (Most Valuable Player): "E' stata un'avventura unica, un'esperienza incredibile". Ora il pensiero va a Londra dove l'Italia femminile è pronta ad imporsi nuovamente, forte di un gruppo unito che non teme rivali.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: