le notizie che fanno testo, dal 2010

Anastasi: nessun esperimento, e stasera l'Egitto

L'Italvolley si impone 3 a 0 nel debutto del mondiale d'Italia contro un modesto Giappone. "La differenza punti sarà determinante per vincere il girone, quindi non credo di fare esperimenti", dice Anastasi, e stasera alle 21.00 gli azzurri attendono l'Egitto del ct Giacobbe.

Buona la prima. L'Italvolley si impone 3 a 0 nel debutto del mondiale d'Italia contro un modesto Giappone. In una cornice di pubblico da brividi (11.300 spettatori al Forum di Assago) e con l'emozione dell'inno di Mameli cantato a squarciagola da tutti, gli azzurri di Anastasi provano a scrivere le prime pagine del sogno mondiale. Nei tre set (finiti rispettivamente 25-20, 25-16, 25-14 in un'ora ed un quarto di gioco) si è vista un'Italia senza sbavature, che ha mostrato la grinta tipica di chi non vuole sottovalutare nessun avversario. Lo stesso ct Anastasi aveva avvertito tutti che questa Italia avrebbe affrontato il mondiale con umiltà e commenta soddisfatto il positivo esordio, con il pensiero all'Egitto: "Adesso però dobbiamo mantenere alto il livello di gioco per farci trovare pronti quando conterà. Il Giappone ha una grande scuola, ha avuto però la sfortuna di trovare una grande Italia. Non ho fatto cambi? Spero di non farne mai... La differenza punti sarà determinante per vincere il girone, quindi non credo di fare esperimenti". Sull'Egitto, prossimo avversario, dice: "Hanno una diagonale palleggiatore - opposto molto interessante, un gioco veloce". Poi continua: "Abbiamo superato il Giappone in difesa, i ragazzi hanno messo in campo quello che avevamo provato in allenamento, sfruttando i loro punti deboli. Molto bene il cambio palla".
Felicissimi del buon esordio tutti gli azzurri, a cominciare dal libero Marra, al suo debutto, e dal capitano Valerio Vermiglio. Stasera alle 21.00 gli azzurri attendono l'Egitto del ct Giacobbe che ha superato ieri l'Iran per 3 a 0.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: