le notizie che fanno testo, dal 2010

Vitamina A negli alimenti sin da bambini aiuta la vista da adulti

La Vitamina A nell'alimentazione aiuterebbe i fotorecettori cellulari della retina, come i "bastoncelli" a "crescere" sani. Una nuova conferma dal Venezuela.

Arriva dal Venezuela la notizia che il consumo di vitamina A negli alimenti, contenuta ad esempio in rughetta, broccoli, carote, zucca, melone, uova, formaggio, latte e molti altri cibi gustosi, migliorerebbe la funzione visiva e sarebbe utile nella prevenzione di malattie che potrebbero portare alla cecità. La Vitamina A, soprattutto se consumata fin dall'infanzia, renderebbe gli occhi "forti" per gli anni a venire. Israel Bermúdez, medico oculista coordinatore del programma nazionale di salute visiva e dela prevenzione della cecità del Ministero della Salute del Venezuela, ha sottolineato questo aspetto "alimentare" nella prevenzione delle malattie della vista. Il medico ha spiegato in un incontro organizzato all' Instituto Nacional de los Espacios Acuáticos (Inea) di Caracas quanto la Vitamina A sia importante per la struttura "bastoncelli", cellule fotosensibili della retina che forniscono la possibilità della visione notturna e in scarse condizioni di luminosità. I "bastoncelli" ha ricordato il medico, sono composti, semplificando, di "retinolo", ed ecco l'importanza di integrare nell'alimentazione questa vitamina per la salute dei fotorecettori della retina.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: