le notizie che fanno testo, dal 2010

Francia: due casi di nuovo Coronavirus ma "meno virulento della Sars"

In Francia due persone hanno contratto il nuovo Coronavirus, che si trasmette da uomo a uomo e che presenta similitudini con la Sars che nel 2003 ha causato la morte di circa 800 persone. L'OMS spiega che al momento non rileva "situazione di particolare allarme" mentre dalla Francia si assicura che il nuovo Coronavirus è "meno virulento della Sars".

Come spiega l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), il Coronavirus fa parte di una grande famiglia di virus che possono causare una serie di malattie negli esseri umani, ma anche negli animali, dal comune raffreddore alla SARS (sindrome respiratoria acuta grave). Il nuovo Coronavirus (nCoV), che ha già causato una trentina di infezioni e la morte di 18 persone, non era mai stato precedentemente isolato nell'uomo, e al momento ci sono pochissime informazioni sulla trasmissione, sulla gravità e sull'impatto clinico. La maggior parte dei pazienti infettati dal nuovo Coronavirus hanno presentato una grave ed acuta insufficienza respiratoria che ha richiesto l'ospedalizzazione e in alcuni casi anche una ventilazione meccanica.

Il 12 maggio il Ministero degli Affari sociali e della Sanità francese ha informato l'OMS che l'infezione da nuovo Coronavirus ha colpito anche in Francia. Inizialmente si pensava ad un solo caso, allargatosi poi a due poiché l'infezione da quella che viene già ribattezzata come la "nuova Sars" è stata trasmessa dal primo paziente che l'ha contratta al suo compagno di stanza d'ospedale, a Valenciennes. E' in Arabia Saudita però il focolaio più grande dell'infezione, dove ci sarebbero state 15 persone che hanno contratto il nuovo Coronavirus, e tra queste 7 sono morte. L'OMS incoraggia quindi tutti gli Stati membri a continuare la vigile osservazione delle gravi infezioni respiratorie acute (SARI), e di esaminare attentamente eventuali casi insoliti. L'OMS comunque non consiglia delle speciali proiezioni né attualmente raccomanda l'applicazione di eventuali restrizioni di viaggio o di commercio.

Il Ministro della Sanità della Francia, Marisol Touraine, fa intanto sapere che tutte le persone che sono state in contatto con i due pazienti affetti dal nuovo Coronavirus sono soggetti a uno stretto monitoraggio da parte delle autorità sanitarie, anche se al momento non c'è "alcuna preoccupazione" rispetto alle loro condizioni di salute. Il primo paziente che si è ammalato in Francia era da poco tornato, insieme ad altre 124 persone, da un viaggio in Arabia Saudita. L'ospedale di Lille fa sapere che il secondo paziente che ha contratto il nuovo Coronavirus è stato trasferito in terapia intensiva a causa del "deterioramento delle sue condizioni cliniche", poiché presenta maggiori difficoltà nella respirazione ed "il suo bisogno di ossigeno è aumentato". Il professor Benoit Guery, del dipartimento di Malattie Infettive del Policlinico Universitario di Lille, assicura però che il nuovo Coronavirus è "meno virulento della Sars", spiegando che questo virus, che ormai è stato isolato da circa un anno, ha infettato solo 34 persone, mentre "con Sars nel giro di pochi mesi si era arrivati ad oltre 8000 casi", con 800 morti in tutto il mondo nel 2003.

Il Ministero della Salute italiano in una nota sottolinea come l'Organizzazione Mondiale della Sanità "non ha rilevato una situazione di particolare allarme" ed afferma quindi che in Italia "non è stato ad oggi segnalato nessun caso sospetto" di nuovo Cononavirus, e che la situazione è costantemente monitorata.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: