le notizie che fanno testo, dal 2010

Corea del Sud combatte epidemia di MERS. Primo morto in Germania

E' dal 20 maggio che in Corea del Sud si combatte una epidemia di MERS (Middle East Respiratory Syndrome), meglio nota come sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus, simile a quello che provoca la SARS (Sindrome Acuta Respiratoria Grave). Il Ministero della Salute della Bassa Sassoni informa che anche in Germania si è registrato il primo caso di morte per complicazioni derivanti dal virus MERS.

E' dal 20 maggio che in Corea del Sud si combatte una epidemia di MERS (Middle East Respiratory Syndrome), meglio nota come sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus. Il virus causa della patologia è un coronavirus simile a quello che provoca la SARS (Sindrome Acuta Respiratoria Grave), forma atipica di polmonite che però ha un tasso di mortalità inferiore a quello della MERS che si aggira attorno al 30%. Finora, il virus MERS ha infettato più di 150 persone in Corea del Sud provocando 19 vittime da quando la malattia è stata diagnosticata a un uomo d'affari che era tornato da un viaggio in Medio Oriente. Per evitare una maggiore diffusione dell'epidemia, sono centinaia i sudcoreani sottoposti alla quarantena. Ma il virus MERS colpisce anche in Europa. Il Ministero della Salute dello Stato tedesco della Bassa Sassonia ha infatti rivelato che in Germania è stato registrato il primo caso di morte per complicazioni derivanti dal virus MERS. L'uomo, un tedesco di 65 anni, dovrebbe aver contratto il virus durante una visita a un mercato degli animali nella Penisola Arabica nel mese di febbraio. E' infatti dall'inizio del 2015 che l'uomo è malato, ma purtroppo il 6 giugno è deceduto in un ospedale di Ostercappeln, a nord-ovest della Germania. Il Ministero della Salute della Bassa Sassonia assicura che non vi sono evidenze che l'uomo possa aver infettato altre persone, visto che ben 200 persone sono state sottoposte a controlli e i test sono risultati tutti negativi al virus.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: