le notizie che fanno testo, dal 2010

Virus Zika: Italia a rischio maggiore in Europa anche a causa zanzara tigre

L'Italia, insieme alla Francia, è tra i Paesi dell'Europa a rischio maggiore di epidemia da virus Zika. A rivelarlo è l'ufficio europeo dell'OMS, spiegando che il rischio è maggiore a causa della presenza non solo della zanzara Aedes aegypti ma anche della zanzara Aedes albopictus (meglio nota come zanzara tigre), un vettore secondario del virus Zika.

C'è un rischio "da lieve a moderato" che anche in Europa possa diffondersi l'epidemia da virus Zika nel corso di questa primavera ed estate. Ad avvertire del pericolo è l'ufficio europeo dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) che in un rapporto sottolinea che "questo rischio varia da Paese a Paese" ed è ovviamente più alto in quelli dove sono maggiormente presenti le zanzare Aedes aegypti, gli insetti portatori del virus Zika. E tra questi Paesi, oltre che la Francia, c'è proprio l'Italia. Non per niente il Ministero della Salute alla data dell'11 maggio 2016 ha confermato che anche in Italia ci sono state trasmissioni da persona a persona del virus Zika, probabilmente per via sessuale.

"Chiediamo in particolare ai Paesi a più alto rischio di rafforzare le loro capacità nazionali e dare priorità a quelle attività che possono impedire il proliferare della zanzara Aedes aegypti per evitare lo scoppio di una epidemia di Zika" sottolinea quindi Zsuzsanna Jakab, direttore regionale dell'OMS per l'Europa. L'Italia, insieme alla Francia hanno il punteggio più alto (rispettivamente 8,12 e 8,13) tra quei 18 Paesi (33%) giudicati a rischio moderato di diffusione dell'epidemia. La valutazione del rischio è stata elaborata in base a due fattori: la probabilità di diffusione del virus Zika e la capacità nazionale di prevenire o contenere rapidamente la trasmissione locale. Inoltre, in questi 18 Paesi il rischio è maggiore a causa della presenza anche della zanzara Aedes albopictus (meglio nota come zanzara tigre), un vettore secondario del virus Zika.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: