le notizie che fanno testo, dal 2010

Turista Termini, per psicologa è stupro. Tunisino viene indagato

Inizialmente la polizia aveva giudicato come "consenziente" il rapporto tra la turista australiana e il ragazzo tunisino, ma la psicologa dell'Umberto I sembra avere dei dubbi. E così, il tunisino viene indagato per stupro.

Dopo che il ragazzo tunisino che ha avuto un rapporto sessuale con la giovane 22enne turista australiana ricoverata al Policlino Umberto I per "un'emorragia e perdite ematiche all'apparato genitale" è stato rintracciato e interrogato, la polizia aveva chiuso l'indagine non ravvedendo alcun tipo di reato .
Il rapporto tra i due ragazzi, seppur la turista presentava un tasso alcolemico nel sangue abbastanza alto, era stato giudicato "consenziente", anche se dai risvolti non certo piacevoli.
La stessa ragazza australiana ha affermato che non ci sarebbe stata nessuna violenza, ma la psicologa dell'Umberto I non sembra esserne così sicura.
"Ha subìto uno stupro ma ha deciso di non denunciarlo per un sentimento di vergogna" afferma infatti la psicologa Pamela Bruni, ipotizzando che la turista "l'abbia fatto per liberarsi del peso mediatico che l'ha circondata immediatamente e per evitare la trafila giudiziaria che l'avrebbe attesa".
"Credo comunque – aggiunge poi la psicologa – di non essere molto lontana dalla verità rispetto all'abuso sessuale perché per la giovane ammettere la violenza si sarebbe tradotto anche nel dover restare a Roma mentre invece non vede l'ora di andare via dall'Italia e lasciarsi alle spalle l'intera vicenda".
E così, il procuratore aggiunto Maria Monteleone, titolare del pool per i reati sessuali, ha aperto un fascicolo con l'accusa di stupro nei confronti del tunisino.
Parte così l'inchiesta per comprendere la verità su quanto successo la notte tra martedì e mercoledì scorso, serata iniziata in un pub nei pressi della stazione Termini di Roma dove sia la ragazza australiana che il ragazzo tunisino hanno bevuto, forse un po' troppo, per poi allontanarsi insieme, pare mano nella mano come rivelerebbero le telecamere della zona, per poi consumare un rapporto sessuale sui tavoli all'aperto di un ristorante, in via Vicenza.
Dai video si vedrebbe come all'improvviso la ragazza si sia resa conto di perdere del sangue, e di come il tunisino abbia cercato di soccorrerla, anche se poi l'ha lasciata vagare da sola per la vie di Termini senza chiamare l'ambulanza.
A quanto pare, il ragazzo tunisino avrebbe cercato di incontrare la turista australiana in ospedale, ma i medici, dietro indicazione della ragazza, non l'hanno fatto entrare nella stanza.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: