le notizie che fanno testo, dal 2010

Scomparsa Alessandra Sandri: donna racconta dove potrebbe essere il corpo

Il 7 aprile 1975 scompare misteriosamente dal Bologna Alessandra Sandri, bambina di 11 anni, finita nelle mani di due pedofili. Il suo corpo non verrà mai ritrovato. Forse la svolta arriva dalla testimonianza di una donna che nei giorni scorsi ha parlato alla Procura di Bologna, che indaga sul caso di alessandra Sandri.

Il 7 aprile 1975 scompare misteriosamente dal Bologna Alessandra Sandri, bambina di 11 anni, dopo essere scesa da un autobus mentre andava a scuola. Le indagini permisero di scoprire che Alessandra Sandri, detta Sandra, assieme ad alcune amiche, era stata oggetto di molestie sessuali da parte di alcuni vicini di casa. In una registrazione portata alla polizia, la stessa bambina ammetteva di aver subito violenza. I due uomini indicati da Alessandra Sandri nella drammatica registrazione ammisero di aver abusato di lei, furono processati per stupro, ma, grazie a vari cavilli legali e ad una amnistia, non scontarono neppure un giorno di carcere. Nel 2013, una persona asserì che uno dei due uomini gli avrebbe lasciato intendere di aver ucciso Alessandra Sandri dopo aver saputo che la stessa si era sfogata con il proprio vicino e che questi aveva registrato il tutto. Finora, però, il corpo della bambina non è mai stato trovato. La svolta potrebbe arrivare grazie ad una nuova testimone, una donna, che nei giorni scorsi ha fatto una dichiarazione importante alla Procura di Bologna, che indaga sul caso. La donna asserisce di "aver ascoltato una conversazione tra più persone che parlavano dell'occultamento del corpo della ragazzina" come riporta in una nota Chi l'ha visto?, che questa sera (mercoledì 1 luglio dalle ore 21:05 su Rai3) si occupera nuovamente del caso di Alessandra Sandri.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: