le notizie che fanno testo, dal 2010

Torino: sesso con minori per un posto in squadra, arrestati 2 allenatori

Arresti due allenatori di calcio giovanile che chiedevano sesso in cambio di un posto di titolare nella squadra. Secondo gli inquirenti, l'allenatore 20enne approcciava i giovani, anche via chat, e poi passata tutto il materiale al collega 50enne. Coinvolto anche un arbitro.

Scandalo nel torinese. La Polizia postale di Torino ha infatti arrestato due allenatori di calcio giovanile, uno 20enne ai domiciliari l'altro 50enne in carcere, accusati a vario titolo di pedopornografia minorile e violenza sessuale.

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, i due uomini avrebbero infatti chiesto sesso ad alcuni componenti, minorenni, di una squadra di calcio in cambio di un posto come titolare.

Nell'inchiesta, sarebbe coinvolto anche un arbitro, sottoposto all'obbligo di firma. L'avvio dell'indagine sarebbe partita a seguito della denuncia dei genitori di un 16enne.

Il ragazzo ha infatti raccontato alla madre che l'allenatore 20enne aveva tentato con lui un approccio sessuale al termine degli allenamenti prima di una partita.

Gli investigatori, però, hanno scoperto che il ragazzino non sarebbe stato l'unica vittima ipotizzando un vero e proprio modus operandi per lo sfruttatamento dei minori. Le avances o le minacce dell'allenatore 20enne nei confronti di alcuni componenti della squadra di calcio, infatti, avvenivano anche via chat e sempre sui social sarebbero stati trasmessi all'allenatore 50enne dati e materiali delle giovani vittime. La polizia postale ha sequestrato tutti i filmati e le fotografie che l'uomo custodiva nel computer.

L'arbitro invece avrebbe tentato in alcune occasione di combinare incontri diretti con i minori, magari dopo averli convinti a sottoporsi a dei massaggi.

© riproduzione riservata | online: | update: 20/03/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Torino: sesso con minori per un posto in squadra, arrestati 2 allenatori
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI