le notizie che fanno testo, dal 2010

Soldini e Maserati preparati per Capo Horn. Salta otturazione al dente

Giovanni Soldini ed il suo equipaggio si preparano a doppiare Capo Horn con Maserati in perfetto stato. Un'otturazione ad un dente saltata è stata prontamente "riparata" a bordo. Soldini comunica che si aspetta di doppiare Capo Horn martedì 22 gennaio.

Giovanni Soldini ed il suo equipaggio del VOR70 Maserati partito il 31 dicembre 2012 da New York per battere il record della New York - San Francisco, continua il suo viaggio verso Capo Horn. Dopo 20 giorni tra le onde, tempo che ha permesso a Maserati di macinare metà delle 13.225 miglia che separano New York da San Francisco l'equipaggio si trova in buona salute e col morale alto dato che, contando le "miglia percorse in media", per ora il VOR70 italiano sta battendo il record detenuto dal 1998 da Aquitaine Innovation di Yves Parlier. Ma un piccolo imprevisto alle soglie di Capo Horn ha però colpito l'equipaggio, o meglio un suo membro. Spiega lo stesso Giovanni Soldini: "Mancano 220 miglia allo stretto di Le Maire, poi dovremmo avere sul capo una trentina di nodi da ovest. Il morale è sempre alto. Corrado ha perso oggi un'otturazione di un dente ma il nostro Guido ha fatto un bel lavoretto ed è riuscito a tappargliela. Ci aspettiamo di doppiare Capo Horn martedì 22". E anche se tutti a bordo di Maserati possono ora finalmente stringere i denti, doppiare Capo Horn non è certo un'impresa facile. L'impresa del doppiaggio rimane infatti improba anche per un moderno VOR70 munito di radar e di altri strumenti digitali, esattamente come per quei clipper che facevano la New York San Francisco nella seconda metà dell'Ottocento. Se l'Oceano permette per Capo Horn si passa. Nel diario di bordo di Giovanni Soldini, del 10 gennaio 2013, si legge a questo proposito un'interessante pagina: "Nel 1853 il record dei clipper da New York fino all'equatore era di appena 15 giorni. Sono passati 160 anni da quell'epoca eroica di navigatori e avventurieri, e siamo riusciti a metterci sei giorni di meno eppure sappiamo bene che ancora oggi sarà il mare e la natura a decidere se lasciarci passare oppure no. I marinai di quell'epoca avevano pochissimi diritti e quasi nessuna certezza; tra i diritti c'era una tazza di rum ogni fine turno e tra le poche certezze una splendida nave di legno lunga anche più di 90 metri". Il record New York-San Francisco è monitorato dal World Sailing Speed Record Council (WSSRC), organismo internazionale che certifica i migliori tempi di percorrenza delle barche a vela sulle rotte storiche dei clipper. Come ricorda lo staff del sito di Maserati l'attuale record dei monoscafi (categoria cui appartiene Maserati) è detenuto dal francese Yves Parlier che nel 1998 a bordo del 60 piedi Aquitaine Innovations ha impiegato 57 giorni, 3 ore, 2 minuti. Il record nella categoria dei multiscafi è stato stabilito nel 2008 da Lionel Lemonchois a bordo del maxi-catamarano di 110 piedi Gitana 13 (43 giorni, 3 minuti, 38 secondi, media di 13,5 nodi). Gitana 13 ha passato Capo Horn dopo 22 giorni, 7 ore e 25 minuti di navigazione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: