le notizie che fanno testo, dal 2010

Maserati e Soldini a New York: pronti a "mollare gli ormeggi"

Se la tempesta su New York cesserà, Giovanni Soldini e il suo Maserati partiranno per San Francisco. Obiettivo: battere il record del mondo di Yves Parlier che con il suo Aquitaine Innovations arrivò a "Frisco" in 57 giorni, 3 ore, 2 minuti. Se Maserati mollerà gli ormeggi l'equipaggio festeggerà Capodanno in alto mare.

Giovanni Soldini, velista italiano classe 1966, Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana, Medaglia d'oro al merito della Marina e Chevalier de la Légion d'honneur non vede l'ora di "mollare gli ormeggi" per raggiungere una nuova vetta della sua carriera. Questa volta il record da battere è quello di Yves Parlier che nel 1998 a bordo di Aquitaine Innovations è partito da New York per arrivare a San Francisco (passando per Capo Horn) in soli 57 giorni, 3 ore, 2 minuti. Giovanni Soldini a bordo di Maserati (nome del Vor 70 e del main sponsor dell'avventura) tenterà di battere il primato filando per le 13225 miglia che separano le due città statunitensi. La sfida, oltre a quella legata al cronometro, starà comunque nel superare "indenni" l'insidia delle tempeste, con onde gigantesche, del mitico Capo Horn. Il record per la New York-San Francisco monitorato dal World Sailing Speed Record Council verrà affrontato dal VOR70 "Maserati" (lungo 21,5m, largo 5,7m, peso 12,500kg) completamente revisionato e "guidato" da un equipaggio di velisti di risma internazionale. Oltre a Giovanni Soldini l'equipaggio di Maserati è formato da Guido Broggi, Corrado Rossignoli, Michele Sighel (Italia), Sebastien Audigane (Francia), Boris Herrmann (Germania), Jianghe Teng detto Tiger (Cina), Ryan Breymeier (Stati Uniti), Carlos Hernandez (Spagna). Soldini e l'equipaggio sono ormai in stand-by dal 15 dicembre aspettando le condizioni giuste per il record, con l'organizzazione che specifica quanto sia "già caricata a bordo e divisa per settimane tutta la cambusa necessaria per quasi due mesi a un equipaggio di 9 persone". In questi giorni si è abbattuta una violenta tempesta su New York che non ha permesso la partenza di Maserati. Giovanni Soldini che segue impazientemente il meteo dalle sofisticate apparecchiature di bordo ha affermato: "Preferiamo aspettare lunedì, i rischi adesso sono troppo alti. La depressione che sta colpendo New York è molto forte, con venti da sud ovest superiori ai 40 nodi. Lunedì dovrebbe arrivare una seconda depressione con venti più leggeri, speriamo sia quella giusta per partire. Noi e Maserati siamo pronti. Non vediamo l'ora di mollare gli ormeggi". Partenza prevista per lunedì 31 Dicembre 2012 quindi, il che dovrebbe presupporre un Capodanno in alto mare beneaugurante.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: