le notizie che fanno testo, dal 2010

Vandalo P.zza Navona incapace d'intendere. Ma i cocci sono suoi

Il vandalo che ha lanciato a Roma, contro la fontana del Moro a Piazza Navona, un sampietrino, danneggiandola, è stato assolto per incapacità di intendere e di volere, ma è stato anche deciso un ricovero di due anni presso un ospedale psichiatrico.

Il vandalo che nel settembre scorso aveva danneggiato a Piazza Navona, lanciando un sampietrino, la fontana del Moro, è stato assolto per totale incapacità di intendere e di volere. L'uomo, di 53 anni, è stato sottoposto circa un paio di mesi fa ad una perizia, necessaria per stabilire quali fossero le reali condizioni mentali dell'imputato. Il giudice ha quindi oggi deciso di assolvero dall'accusa di danneggiamento aggravato per vizio totale di mente ma ha deciso per l'imputato un ricovero di due anni presso l'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa.
Il Comune di Roma si era costituita parte civile nel processo, e l'assessore capitolino alla Cultura, Dino Gasperini, specifica che l'uomo continuerà comunque a pagare i danni (circa 5mila euro per il restauro) "perché un conto è la responsabilità penale, un conto è il procedimento amministrativo. Sono due argomenti distinti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Aversa# Comune di Roma# euro