le notizie che fanno testo, dal 2010

Vaccini e autismo, Tar Sicilia: o Ministero Salute paga o sarà commissariato

Il Tar della Sicilia condanna il Ministero della Salute a pagare un risarcimento di 250mila euro alla famiglia di un ragazzo divenuto autistico dopo che nel 2000 fece il vaccino tetravalente. Il Dicastero era stato già condannato nel 2014 ma finora non ha mai versato un euro: se non pagherà la somma più gli interessi entro due mesi sarà commissariato.

A leggere certi giornali (gli stessi che urlano che "le sentenze non si discutono" quando gli interessi coincidono) bisognerebbe abolire i giudici (o almeno certi giudici) e far decidere solo alla Scienza. A suscitare tanto scalpore il fatto che il Tar della Sicilia ha imposto al Ministero alla Sanità di risarcire un ragazzo di Agrigento divenuto autistico dopo che nel 2000 fece il vaccino tetravalente (contro difterite, tetano, pertosse ed epatite B). In realtà, il Ministero della Salute era stato già condannato a pagare 250mila euro alla famiglia del ragazzo nel 2014, dopo la sentenza di un Tribunale civile, divenuta definitiva, che aveva riscontrato il rapporto di causa-effetto tra il vaccino e l'autismo sulla base della perizia redatta dalla commissione medica ospedaliera che ha sede all'ospedale militare di Palermo.

Alla famiglia però non è ancora arrivato un euro (solo quando si tratta di riscuotere lo Stato è celere quanto intrasigente) ed ora il Tar della Sicilia impone al dicastero di versare entro due mesi l'intera somma più gli interessi. In caso contrario i giudici amministrativi nomineranno un commissario ad acta al fine di far emanare il provvedimento all'Amministrazione inadempiente, in questo caso il risarcimento.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: