le notizie che fanno testo, dal 2010

Siringa addio. Arriva il cerotto per vaccinarsi

La siringa imbocca il viale del tramonto. Dei ricercatori del Georgia Institute of Technology di Atlanta, Stati Uniti, ha sperimentato un nuovo modo di somministrare il vaccino anti-influenzale con un semplice cerotto con microaghi.

Dopo il vaccino anti-influenzale che curerebbe ogni tipo di influenza, un'altra novità dai laboratori americani, questa volta di Atlanta, e non su un'altro vaccino ancora più universale di quello già annunciato pochi giorni fa, ma sul modo di inocularlo, il vaccino.
Il ricercatore Mark Prausnitz infatti annuncia nientemeno che la fine della siringa. Nello studio pubblicato sulla rivista Nature Medicine, lo staff del Georgia Institute of Technology di Atlanta ha sperimentato un nuovo modo di somministrare il vaccino anti-influenzale. Invece della siringa si userà un piccolo cerotto che per l'occasione è stato provato sulle cavie da laboratorio che hanno risposto addirittura meglio, in quanto a immunizzazione, rispetto ai topi vaccinati con "l'antica" siringa.
Il cerotto si appiccica alla pelle come un tradizionale cerotto per le ferite e grazie ai suoi microscopici aghi (ovviamente indolori) inoculerebbe il vaccino dell'influenza senza la scomoda e dolorosa siringa. Ogni aghetto contiene il vaccino anti-influenzale e sciogliendosi nella pelle libererebbe il principio attivo. Quando il vaccino è completamente "assorbito" dall'organismo, il cerotto non si strappa ma si lava via.
I ricercatori pensano già agli sviluppi che questo cerotto-siringa può avere, come ad esempio campagne di massa anti-influenzale con cerotti appiccicati alle riviste come campioncini di profumo, e vaccinazioni "fai da te" in ogni casa del mondo. Il cerotto è ancora in fase sperimentale e i ricercatori sperano di trovare un finanziatore per proseguire nelle ricerche per la futura commercializzazione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: