le notizie che fanno testo, dal 2010

Morbillo, muore a 16 mesi: vaccinata mentre incubava malattia

Una bambina di 16 mesi muore nel sonno per arresto cardio-respiratorio all'ospedale Bambino Gesù di Roma. La piccola era stata ricoverata dopo il vaccino contro il morbillo. I medici scoprono che era stata vaccinata mentre incubava la malattia. C'è chi chiede i test pre-vaccinali.

La vicenda della bambina di 16 mesi deceduta il 28 giugno nel sonno al Bambino Gesù di Roma per arresto cardio-respiratorio irreversibile non è esattamente come è stata presentata nelle primissime ore.
Inizialmente, il principale colpevole della morte della piccola è stato indicato nel virus del morbillo, anche se in realtà sono ancora in corso le analisi anatomo-patologiche finalizzate a verificare il nesso causale tra la malattia e l'evento fatale.
I media mainstream hanno tenuto subito a sottolineare che l'infezione era stata provocata dal virus "selvaggio" del morbillo, che è diverso da quello iniettato con il vaccino che è invece attenuato.

Si scopre infatti che la piccola a giugno era stata vaccinata contro il morbillo, "pochissimi giorni prima" di accusare quella "febbre alta" e una "successiva coagulopatia" che ha costretto i medici al ricovero (il 10 giugno), come chiarisce l'infettivologo Alberto Villani.
I medici però non possono credere che sia stato il vaccino contro il morbillo a causare la grave reazione, e così "abbiamo pensato che avesse a tutti gli effetti manifestato il virus contratto nei giorni precedenti al vaccino" spiega l'infettivologo, aggiungendo: "I risultati hanno dato ragione a questa seconda tesi".
Villani quindi conclude: "Se c'è in giro il virus selvaggio e ci si vaccina, nessuno finirebbe con l'ammalarsi". Concetto condiviso anche dal medico provaccinista Roberto Burioni, che su Facebook scrive a commento di questa triste vicenda: "In un paese dove tutti si vaccinano e vaccinano i figli il morbillo non esiste".

Tralasciando il fatto che esistono numerosi esempi (anche in Italia) che smentiscono il famoso effetto gregge, il caso della piccola dovrebbe invece forse far riflettere su un altro punto.
Stando alla attuale ricostruzione dei fatti, alla bambina, che oltretutto era seguita dall'età di 3 mesi dai sanitari dell'ospedale Bambino Gesù a seguito di una meningite, è stato iniettato un vaccino contro il morbillo quando già incubava la malattia. Solo una eventuale perizia potrebbe stabilire se ciò ha interferito con il suo sistema immunitario, aggravando quindi il quadro clinico. Ma tale situazione sarebbe stata forse evitabile se la bambina fosse stata sottoposta ad un semplice test pre-vaccinale, come viene chiesto da più parti anche in base alla sentenza 258 della Corte Costituzionale.

© riproduzione riservata | online: | update: 14/07/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Morbillo, muore a 16 mesi: vaccinata mentre incubava malattia
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI