le notizie che fanno testo, dal 2010

Lazio, campagna vaccinazione antinfluenzale 2013-2014. Zingaretti: cosa positiva

Parte la campagna vaccinazione antinfluenzale 2013-2014 promossa dalla Regione Lazio, con Nicola Zingaretti che assicura: "Sarà una cosa positiva per i cittadini, perché prevenire la malattia è meglio che curarla".

Parte la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014 promossa, come ogni anno, dalla Regione Lazio, presentata ieri nella sede della Regione dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dal segretario della Fimmg Lazio Pierluigi Bartoletti e da Alessio D'Amato, responsabile della cabina di regia della sanità della Regione Lazio. Come spiegato, le categorie destinatarie del vaccino sono principalmente le persone dai 65 anni in su, che nel Lazio rappresentano il 20% della popolazione, i bambini oltre i 6 mesi di età affetti da patologie cardiache e respiratorie e tutte le categorie a rischio, come anche medici e personale sanitario, personale che lavora a contatto con animali, forze del'ordine, Protezione Civile, Vigili del Fuoco e gli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo. Per la Regione Lazio, la vaccinazione contro l'influenza rappresenta, infatti, il principale strumento di prevenzione a disposizione della comunità per contrastare la diffusione della patologia. "Quest'anno ci muoviamo nei tempi giusti lanciando l'appello a vaccinarsi contro l'influenza" afferma Nicola Zingaretti, promettendo: "Sarà una cosa positiva per i cittadini, perché evita il pericolo dell'influenza, ma è anche una buona pratica rispetto al sistema sanitario regionale, perché prevenire la malattia è meglio che curarla". E per "prevenire" la Regione Lazio ha investito per la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014 in 7mila locandine, che sono già state distribuite ai medici di famiglia e ai pediatri, oltre che in tutti i centri anziani e ai sindacati dei pensionati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: