le notizie che fanno testo, dal 2010

Vaccini e Inquisizione: al via prime azioni disciplinari contro medici obiettori

L'Italia piomba "ai tempi bui dell'Inquisizione" con l'avvio delle prime azioni disciplinari contro due medici (forse tre) che avrebbero sconsigliato i vaccini ai propri pazienti.

Anche se Richard Horton, capo redattore di The Lancet, rivista medica tra le più rispettate al mondo, ha avvertito lo scorso anno che "gran parte della letteratura scientifica (anche quella sui vaccini, ndr), forse la metà, può essere semplicemente falsa", la Fnomceo non ha esitato a far ripiombare l'Italia "ai tempi bui dell'Inquisizione" come dichiara il Codacons commentando l'avvio delle prime azioni disciplinari contro due medici che avrebbero sconsigliato i vaccini ai propri pazienti.

Ad avviare i procedimenti gli Ordini dei medici Toscana e Veneto, dopo che la Fnomceo lo scorso luglio ha redatto un documento nel quale si legge che il camice bianco che sconsiglia le vaccinazioni incorre in una "infrazione deontologica", che può portare a misure disciplinari fino alla radiazione. I medici sotto indagine operano a Firenze e Treviso ma pare che un terzo caso sia in esame a Venezia , riferisce proprio la Fnomceo avvertendo che in realtà "altri Ordini potrebbero avere aperto ¤procedimenti senza comuncarlo".

Ma "genera orrore in un paese civile la sola idea che i medici possano essere puniti se esprimono una opinione critica su un tema controverso come i vaccini. Per tale motivo annunciamo oggi una battaglia contro la Fnomceo, e siamo pronti ad avviare ricorsi in ogni sede per annullare qualsiasi provvedimento disciplinare contro i medici" dichiara Carlo Rienzi, presidente del Codacons, assicurando che l'associazione contrasterà "con ogni mezzo la campagna per le vaccinazioni di massa e i regali che lo Stato fa alle aziende farmaceutiche attraverso il vaccino esavalente non previsto da nessuna legge".

Da tempo infatti il Codacons si batte affinché le Asl rendano disponibili solo i 4 vaccini obbligatori, anche in sigole dosi, mentre invece la prassi tutta italiana obbliga di fatto la somministrazione del vaccino pediatrico in soluzione esavalente. Un vero e proprio favore della lobby del farmaco.

© riproduzione riservata | online: | update: 20/10/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Vaccini e Inquisizione: al via prime azioni disciplinari contro medici obiettori
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI