le notizie che fanno testo, dal 2010

Vaccini, Lorenzin: coperture sotto 95%. Zaia: dati su carta da formaggio

Beatrice Lorenzin, dopo che il Veneto ha annunciato che impugnerà il decreto vaccini davanti alla Consulta, sostiene che l'urgenza è data perché in Italia le coperture vaccinali sono sotto il 95%. Ma Luca Zaia specifica che questi dati sono scritti su "carta da formaggio".

Dopo l'annuncio che il Veneto impugnerà davanti alla Corte Costituzionale il decreto vaccini, Luca Zaia su Facebook risponde al ministro della Salute Beatrice Lorenzin che ha ribadito che "il decreto è dato dall'urgenza e dalla necessità che abbiamo di riportare in brevissimo tempo i dati di immunizzazione di massa in Italia sopra il 95%", sostenendo anche che "forse la Regione Veneto ha bisogno più di altre di questo decreto".

Zaia replica ricordando quindi alla Lorenzin che il sistema sanitario veneto è "fra i più efficienti d'Europa e con un sistema di prevenzione che il mondo ci invidia". Il governatore della Lega sottolinea quindi che "il Veneto difende un modello che esiste da dieci anni, concordato e monitorato periodicamente con lo stesso Ministero". Poi Zaia chiede direttamente alla Lorenzin: "Su quali dati vi siete basati per sostenere l'urgenza di un decreto? Sulle anagrafi scritte a mano in tante Regioni d'Italia che non hanno, a differenza del Veneto, anagrafi vaccinali informatizzate che arrivano fino all'ultimo medico di base o all'ultimo pediatra di libera scelta?".

Già il direttore generale dell'Area Sanità e Sociale della Regione Veneto, Domenico Mantoan, in una nota stampa aveva replicato dal presidente dell'ISS Walter Ricciardi sottolineando che prima di pensare al Veneto bisognerebbe "preoccuparsi della qualità delle coperture vaccinali che arrivano con i flussi ministeriali da parte delle Regioni". Mantoan domandava quindi: "Sono esse affidabili e confrontabili? - aggiungendo - Coperture vaccinali calcolate con l'anagrafe vaccinale informatizzata (presente solo in Veneto, che consente di avere le coperture in tempo reale, suddivise per Provincia, Comune, Ulss, medico e pediatra, ndr) e verificabili, confrontate con coperture provenienti da sisteemi che registrano 'a mano', sono infatti poco affidabili".
Mantoan sottolinea quindi: "La garanzia di sistemi affidabili di rilevazione della copertura vaccinale è in capo al Ministero della Salute e al suo organo tecnico che si esprime nell'ISS, e che sulle coperture vaccinali basa la valutazione del rischio".

Luca Zaia quindi riflette, replicando sempre a Beatrice Lorenzin: "Non sarà che una volta che avremo scoperchiato questo sistema basato su 'carta da formaggio' si scoprirà che magari il Veneto è la Regione con il più alto tasso di vaccinazioni e che nelle Regioni con anagrafi fatte da amanuensi il tasso è crollato sotto l'85 per cento? Perché, quando lo chiedemmo nel 2015, non avete imposto che tutte le coperture vaccinali presentate dalle Regioni provenissero da anagrafi informatizzate? Non sarà questa la riflessione che terrorizza il Ministro?".

In sostanza, il Veneto sottolinea che non è possibile né accettabile redigere un decreto che innalza a 12 le vaccinazioni e "punisca, monetizzi l'obbligo e non rassicuri le famiglie né le metta in grado di formarsi un'opinione positiva" come precisa Zaia senza che prima il Ministero della Salute abbia fatto tutto quanto in suo potere per aumentare senza coercizioni le adesioni consensuali e convinte alle vaccinazioni.

Ed infatti, un recente studio condotto né dai cosiddetti novax e né dai complottisti ma dall'Università Sant'Anna di Pisa e dalla Bicocca di Milano rivela che la rete vaccinale italiana (al 2016) "ha una generale difficoltà a rispondere a standard qualitativi di coperture vaccinali".

© riproduzione riservata | online: | update: 15/06/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Vaccini, Lorenzin: coperture sotto 95%. Zaia: dati su carta da formaggio
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI