le notizie che fanno testo, dal 2010

In calo le vaccinazioni: effetto gregge a rischio in Italia?

"Un bambino non vaccinato non è più protetto dal cosiddetto 'effetto gregge' ossia dal fatto di essere inserito in gruppi con altri bambini vaccinati", afferma in un comunicato Donatella Albano, senatrice del PD. In realtà, più di un caso dimostrerebbe la non consistenza della teoria dell'effetto gregge.

"Notizia di oggi è il calo del 4% nell'ultimo anno delle vaccinazioni, con una copertura a livello nazionale del 95% delle vaccinazioni per poliomielite, tetano, difterite ed epatite B, mentre si stima all'86% la copertura per malattie quali il morbillo, la parotite e la rosolia" riflette in un comunicato Donatella Albano, senatrice del PD.
"Mi associo all'allarme lanciato dall'Istituto Superiore di Sanità, dall'AIFA e dalle associazioni dei medici pediatri, ricordando che già a febbraio di quest'anno l'Organizzazione Mondiale della Sanità aveva già espresso preoccupazioni per i dati italiani, - sottolinea l'esponente dem - non è possibile che decenni di ricerca medica per tutelare la salute dei nostri figli vengano spazzati via da paure irrazionali legate a possibili effetti collaterali".
Albano sotiene infatti che "per qualsiasi pratica medica si valuta il bilancio rischi-benefici, ed evitare di fare le vaccinazioni obbligatorie significa mettere in serio pericolo le giovani generazioni e non".
"Come madre e nonna invito a seguire le prescrizioni del Ministero della Salute - afferma infine -, vaccinate i vostri figli, un bambino non vaccinato non è più protetto dal cosiddetto 'effetto gregge' ossia dal fatto di essere inserito in gruppi con altri bambini vaccinati, e al giorno d'oggi non è possibile morire per malattie quali il morbillo o il tetano."
In realtà, più di un caso dimostrerebbe la non consistenza della teoria dell'effetto gregge. Recentemente, per esempio, in California il cosiddetto effetto gregge nelle vaccinazioni è stato di fatto smentito poiché in una scuola di Salinas sono stati segnalati 4 casi di pertosse nonostante nell'intero istituto il 99,5% degli studenti fosse stato sottoposto al vaccino DTPa. Inoltre, tutti e quattro i bambini che hanno contratto la pertosse erano stati vaccinati contro la malattia. Caso simile successe anche a Ferrara dove scoppiò una "epidemia" di morbillo nonostante il 98% della popolazione era stata vaccinata.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: