le notizie che fanno testo, dal 2010

Lorenzin: non ci sarà nessun obbligo vaccinazioni a scuola

Il ministro della Salute Beatrice LOrenzin dichiara che i bambini non vaccinati "possono iscriversi a scuola" perché "nessuno ha messo in dubbio questo", aggiungendo: "I genitori hanno il diritto di scegliere sempre, quello che noi ci auguriamo è che lo facciano in modo corretto".

"Ma alla fine i bambini non vaccinati possono o non possono iscriversi a scuola?" domanda Giovanni Minoli al ministro della Salute Beatrice Lorenzin ospite a Mix24 su Radio 24. Dopo la diffusioni dei dati inerenti il calo delle vaccinazioni in Italia (soprattutto quelle non obbligatorie), alcuni assessori alla sanità regionali hanno infatti chiesto al Ministero di reintrodurre l'obbligo delle vaccinazioni per i bambini che frequestano la scuola, idea che a quanto pare sembrava essere piaciuta alla Lorenzin visto che l'Huffington Post del 14 ottobre titolava, con tanto di virgolette: "Lorenzin: 'Pronti a negare le iscrizioni' ". A quanto pare, il ministro della Salute deve però aver pensato che dopo il decreto presidenziale del 1999 non si può rimettere in discussione l'obbligo all'istruzione a vantaggio di un trattamento medico a cui "nessuno può essere obbligato" secondo l'articolo 32 della Costituzione. Beatrice Lorenzin infatti dichiara: "Ma certo che possono iscriversi a scuola, nessuno ha messo in dubbio questo. - aggiungendo - C'è un grosso dibattito che è venuto dalle associazioni dei genitori che hanno sollevato questo problema e che oggi lo stanno discutendo in Conferenza. Ma qualora si dovesse decidere una cosa del genere bisogna passare per il Parlamento". La Lorenzin quindi conclude: "I genitori hanno il diritto di scegliere sempre, quello che noi ci auguriamo è che lo facciano in modo corretto". Per far questo, occorre ovviamente in primis la correttezza delle informazioni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: