le notizie che fanno testo, dal 2010

Vacanze: italiani non possono permettersi neanche quelle "a scrocco"

Vacanze low cost? In caduta libera, visto che anche le vacanze "no cost" vanno in crisi. I dati Istat parlano chiaro: non è tempo di "ferie" per gli italiani. Anche perché, per la maggioranza, le "ferie" non esistono più da un pezzo.

Anche se i media lanciano messaggi tranquillizzanti, come nei migliori racconti di Philip K. Dick, e ancora una buona parte della popolazione (che probabilmente ha accumulato "ai bei tempi" ingenti fortune) si mostra ancora serena e strafottente come sempre, milioni di persone incominciano a soffrire la crisi "tagliando" quel po' di benessere che si erano conquistati e che era diventato "cosa normale": ad esempio le vacanze.
Il 2010 difatti ha visto, secondo dati Istat, calare il numero di italiani che si sono potuti permettere una vacanza. Un indicatore estremamente importante visto che queste sono diventate con il tempo non solo uno "status symbol" ma anche una necessità.
In una nota l'istituto di statistica anticipa i risultati della ricerca. "Nel 2010 i viaggi con pernottamento effettuati dai residenti in Italia sono 99 milioni e 997mila, per un totale di 626 milioni e 947mila notti - scrive l'Istat - Rispetto al 2009 si registra una diminuzione del numero di viaggi (-12,4%) e del numero di pernottamenti (-7,8%). In particolare, i viaggi di vacanza, che pesano per l'87,4% sul totale, mostrano una flessione (-11,4%) dovuta alla consistente diminuzione delle vacanze brevi (-18,7%), confermando la dinamica già segnalata nel 2009. Tale effetto si manifesta con maggiore intensità nel 2010, registrando anche un decremento nel numero di pernottamenti per vacanza breve (-18%)".
Da segnalare che anche le vacanze "a scrocco" (sia detto simpaticamente) sono diminute, segno che pure per le vacanze che prima erano "no cost", il prezzo dei carburanti e della bottiglia di vino da portare come presente, fanno passare a più miti (e anche freddi) consigli.
Rivela infatti l'Istat: "Le vacanze per far visita a parenti o amici diminuiscono (-17,2%), così come quelle trascorse in alloggi a titolo gratuito (-18%)".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: