le notizie che fanno testo, dal 2010

Uranio impoverito: Commissione denuncia "negazionismo" su nesso tumori

La Commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito presenta la relazione finale dove si riconosce il nesso causale con l'insorgere dei tumori nei militari e il "negazionismo" dei vertici militari e di governo.

C'è stata una "diffusa inosservanza degli obblighi" che "risulta perfettamente funzionale a una strategia di sistematica sottostima, quando non di occultamento, dei rischi e delle responsabilità effettive" viene denunciato nella relazione finale della Commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito, guidata dal presidente Gian Piero Scanu, parlamentare del PD che non è stato ricandidato alle elezioni del 4 marzo 2018.
Nella relazione si mette nero su bianco che gli esperti ascoltati hanno riconosciuto il nesso causale tra esposizione all'uranio impoverito e tumori mentre dai vertici militari ci sarebbe stato solo un diffuso "negazionismo", al quale si aggiungono gli "assordanti silenzi generalmente mantenuti dalle Autorità di Governo".

Il documento cita in particolare l'audizione di Giorgio Trenta, presidente dell'Associazione italiana di radioprotezione medica, che ha "riconosciuto la responsabilità dell'uranio impoverito nella generazione di nanoparticelle e micropolveri, capaci di indurre i tumori che hanno colpito anche i nostri militari inviati ad operare in zone in cui era stato fatto un uso massiccio di proiettili all'uranio".

La Commissione d'inchiesta ha quindi evidenziato "otto meccanismi procedurali e organizzativi" che "oggettivamente convergono nel produrre il duplice effetto di offuscare i rischi incombenti" e "di arginare le responsabilità dei reali detentori del potere". In particolare viene evidenziata la "insufficiente" vigilanza su salute e sicurezza poiché "svolta esclusivamente dai servizi sanitari e tecnici della Difesa". Ma anche gli interventi della magistratura penale "non appaiono sistematici" e per questo "nell'amministrazione della Difesa continua a diffondersi un deleterio senso d'impunità".

"Mentre per la Costituzione la salute è un bene primario si è erroneamente permesso che della sicurezza e salute dei militari fossero gli stessi militari ad occuparsene, col risultato che abbiamo verificato come gli ispettori quasi sempre sono subordinati gerarchicamente a coloro che devono essere valutati per il lavoro fatto", ha denunciato Gian Piero Scanu, osservando come "la specificità dei militari è condizione, beffardamente, di minor favore".

Oltre ai pericoli correlati all'esposizione dell'uranio impoverito, la Commissione ha denunciato anche 1.100 soldati solo in Marina deceduti o ammalati dopo essere entrati in contatto con l'amianto. "Rischi minacciosi" per la salute ci sono infatti non solo per i soldati che vanno nelle missioni all'estero ma anche in Italia, all'interno di "caserme, navi, aerei, elicotteri, depositi, stabilimenti militari".

Sotto la lente della Commissione anche "la Penisola Delta del Poligono di Capo Teulada, utilizzata da oltre 50 anni come zona di arrivo dei colpi, permanentemente interdetta al movimento di persone e mezzi". Nella relazione viene evidenziato, sulla base di immagini satellitari, che sulla superficie della cosiddetta "penisola interdetta" della Sardegna ci sono "tonnellate di residuati contenenti cospicue quantità di inquinanti in grado di contaminare suolo, acqua, aria, vegetazione, animali. E l'uomo".

Mentre il Parlamento convertiva in legge il decreto vaccini, erano infine già emersi i risultati della Commissione riguardo gli effetti delle vaccinazioni multiple sui militari, sulla base anche del progetto SIGNUM del 2011. Per via di "una serie di casi specifici di militari che hanno riportato patologie anche gravi e in taluni casi sono deceduti", i parlamentari avevano quindi chiarito "la necessità di svolgere esami pre-vaccinali prima della somministrazione dei vaccini, sia al fine della valutazione di immunità già acquisite, sia al fine dell'accertamento di stati di immunodepressione che sconsiglino di somministrare il vaccino in quello specifico momento".

© riproduzione riservata | online: | update: 07/02/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Uranio impoverito: Commissione denuncia "negazionismo" su nesso tumori
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI