le notizie che fanno testo, dal 2010

Gianpaolo Di Paola e le risposte alle vittime dell'uranio impoverito

Gianpaolo Di Paola, un militare, è il nuovo ministro della Difesa. Si tratta quindi di un "tecnico" veramente "tecnico". Vittimeuranio.com, il blog a cura di Francesco Palese, si chiede se "Di Paola sappia dare le giuste risposte, che finora sono mancate, anche sull'accertamento delle responsabilità sulla vicenda". Del cosiddetto "uranio impoverito" ovviamente.

Il Governo di Mario Monti è in sella, con il suo carico di "tecnici" che promettono di fare ciò che i "politici" fino ad ora non sono riusciti a realizzare. In queste mancate "realizzazioni" non ci sono solamente "tagli economici", "riforme" e provvedimenti vari, ma anche quella "verità" che i politici, come tradizione, non "riescono" mai a "dire". Ovviamente per molti pensare che i "tecnici" siano in grado di portare "aria nuova" nel Paese è chiaramente una speranza remota ma, almeno retoricamente, è importante chiederselo e soprattutto "chiederglielo". Forse con questo spirito "vittimeuranio.com", il portale interamente dedicato al tema dell'uranio impoverito, ideato e curato da Francesco Palese, scrive un laconico post a pochi giorni dal convegno "Chiedilo alla Polvere - Uranio Impoverito. Gli interrogativi degli Scienziati e dei Giuristi" (http://is.gd/ZYMNY2). Si legge in un post del blog: "Tra le questioni più spinose e mai risolte che il nuovo ministro della Difesa Gianpaolo Di Paola dovrà affrontare c'è sicuramente quella delle vittime dell'uranio impoverito. Si tratta di almeno 2mila malati e oltre 200 morti tra i militari italiani che lamentano da anni la mancanza di ogni forma minima di assistenza. Da tecnico ci auguriamo che Di Paola sappia dare le giuste risposte, che finora sono mancate, anche sull'accertamento delle responsabilità sulla vicenda" (http://is.gd/Wpo1V7). E chi meglio di un militare, sommergibilista, come Gianpaolo Di Paola può conoscere la materia? E pensare che solo un'altra volta, in un altro famoso "governo tecnico", il Ministero della Difesa è andato ad un militare. Era dal gennaio '95 al maggio 1996, quando il generale Domenico Corcione entrò nel governo Dini.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: