le notizie che fanno testo, dal 2010

Uova contaminate con fipronil: Italia coinvolta. In Francia vendute 200mila

Il Ministero della Salute assicura che non c'è stata distribuzione di uova contaminate con fipronil ma l'UE sostiene che anche l'Italia è tra i Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo.

Nonostante pochi giorni fa il Ministero della Salute abbia precisato che "non risultano distribuzioni di uova contaminate con fipronil (insetticida, ndr) in Italia", oggi un portavoce della Commissione europea sostiene invece che anche l'Italia è tra i Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo. Ovviamente, non è detto che queste siano contaminate dall'insetticida, usato da alcuni allevatori dei Paesi Bassi per sradicare un parassita che colpisce le galline. L'Unione europea vieta l'uso del fipronil sugli animali destinati alla catena alimentare, perché considerato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità un insetticida "moderatamente tossico" per l'uomo.
Secondo la Commissione UE, i Paesi che posso aver ricevuto uova contaminate sono, oltre all'Italia, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia, Svezia, Regno Unito, Austria, Irlanda, Lussemburgo, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia e Danimarca. A questi Paesi si aggiungono quelli non UE quali Svizzera e Hong Kong.
Secondo l'osservatorio alimentare britannico circa 700mila uova sono state importate dalle fattorie olandesi, presumibilmente contaminate. In Francia, almeno due lotti sono stati immessi nel mercato (tra aprile e luglio) ed acquistati dai consumatori, pari a più di 200mila uova.

© riproduzione riservata | online: | update: 11/08/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Uova contaminate con fipronil: Italia coinvolta. In Francia vendute 200mila
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI