le notizie che fanno testo, dal 2010

Tumori: i GOCCLES, occhiali da mille euro che scoprono il cancro orale

Arrivano i GOCCLES, degli occhiali che a prima vista paiono quelli da "saldatore" ma che invece saranno usati dai medici per scovare il cancro orale. La luce usata per illuminare la gola non è naturalmente quella "ossiacetilenica" ma quella, comunissima (e fotopolimerizzante) del dentista.

La nuova frontiera per combattere il carcinoma del cavo orale, malattia che ogni anno in Italia causa circa 3.000 decessi, passa per degli occhiali che hanno un nome simpatico e accattivante: i "GOCCLES". In realtà anche questo nome, (i "goggles" sono gli "occhiali" in inglese) come oramai per quasi tutte le scoperte scientifiche, si rivela un acronimo che ne svela lo scopo. GOCCLES difatti significa "Glasses for Oral Cancer – Curing Light Exposed – Screening" e quindi un mezzo che, tramite l'esposizione ad una particolare luce, svela i tessuti lesionati che potrebbero portare al carcinoma del cavo orale. Il genio italiano di utilizzare quello che "sta intorno" ha portato gli inventori ad utilizzare insieme ai GOCCLES una luce molto comune negli studi dentistici, ovvero quella della lampada fotopolimerizzante. Grazie al fenomeno dell'autofluorescenza questi occhiali speciali riescono a "vedere" le lesioni tumorali precoci della mucosa orale. Una scoperta tutta italiana effettuata da una equipe d'eccellenza diretta dal prof. Sandro Pelo, ovvero l'Unità Operativa di Chirurgia Maxillo-facciale del Complesso Integrato Columbus Università Cattolica di Roma. Questi occhiali speciali potrebbero essere una vera e propria svolta nella prevenzione poiché permetterebbero di tenere sotto controllo "a colpo d'occhio" (e a basso costo) le lesioni per verificare il loro stato nel tempo ed eventualmente decidere il trattamento. I GOCCLES sono stati già brevettati ed hanno richiesto uno studio di due anni coordinato dai dottori Alessandro Moro e Francesco Di Nardo. Il carcinoma del cavo orale è una patologia che spesso viene "scoperta" troppo tardi. I medici affermano, statistiche alla mano, che questa patologia è trovata di solito, in oltre il 60% dei casi quando è già in stato avanzato e, in questi casi, la possibilità di sopravvivenza è purtroppo meno del 30 per cento. I GOCCLES sono un'invenzione made in Italy che potrebbe rendere lo screening del carcinoma del cavo orale estremamente meno costoso, visto che si stima che costeranno circa 1000 euro, mentre occhiali simili (ma diversi per "luce" utilizzata e per filtro ottico) costano ben cinque volte di più.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: