le notizie che fanno testo, dal 2010

Spazio: studio su inibizione crescita cancro in ambiente di microgravità

L'Inaf (Istituto nazionale di astrofisica) riporta la ricerca condotta da un gruppo di ricercatori tedeschi e danesi che sta studiando il comportamento dalle cellule nello Spazio, per comprendere se è possibile l'inibizione della crescita del cancro in ambiente di microgravità.

Il numero di febbraio del FASEB Journal (Federation of American Societies for Experimental Biology) ospira uno studio di un gruppo di ricercatori tedeschi e danesi che ha analizzato l'aggressività di alcuni tumori in condizioni di microgravità. Come riporta l'Inaf (Istituto nazionale di astrofisica), Gerald Weissmann, editor in-chief del FASEB Journal, sottolinea infatti come "i voli spaziali colpiscono i nostri corpi, sia in bene e che in male. - spiegando - Sapevamo già che la microgravità può far diventare alcuni microrganismi più virulenti e che la microgravità prolungata ha effetti negativi sul corpo umano. Ora stiamo imparando che non ci sono solo brutte notizie: il comportamento dalle cellule nello Spazio potrebbe aiutarci a capire e combattere i tumori maligni a Terra". "Questo studio è il primo passo verso la comprensione dei meccanismi di inibizione della crescita del cancro in ambiente di microgravità" spiega invece la dottoressa Daniela Gabriele Grimm, tra gli autori della ricerca del team del Dipartimento di biomedicina e Farmacologia presso l'Università di Aarhus, in Danimarca. I ricercatori per la loro ricerca hanno usato lo Science in Microgravity Box (SIMBOX), l'impianto sperimentale a bordo della sonda cinese Shenzhou-8 , lanciata il 31 ottobre 2011.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: