le notizie che fanno testo, dal 2010

Diesel è "cancerogeno certo", dice OMS. Codacons: sequestrare le auto

Le conclusioni di uno studio dell'OMS sono chiare: i motori diesel provocano il cancro. Il Codacons così ha presentato un esposto per chiedere il sequestro dei veicoli diesel a Milano, pensando ad una class action.

Sequestrare "tutti i veicoli diesel esistenti sul territorio della città di Milano e provincia". E' questa la richiesta espressa nell'esposto presentato dal Condacons alla Procura della Repubblica di Milano, dopo che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha classificato i gas di scarico dei motori diesel nel "gruppo 1", quello appunto delle sostanze cancerogene certe.
L'associazione dei consumatori chiede inoltre alla Procura di "accertare la responsabilità del Sindaco pro tempore di Milano e del Presidente della Lombardia per le ipotesi di violazione di legge", in particolare rispetto ai reati di omissione di atti d'ufficio (328 c.p.) e getto pericoloso di cose (674 c.p.).
"Le prove scientifiche sono inconfutabili e le conclusioni del gruppo di lavoro sono state unanimi: le emanazioni dei motori diesel causano il tumore del polmone" ammette anche il presidente del Circ Christopher Portier, e per questo il presidente del Codacons, avv. Marco Maria Donzelli, precisa che "la prova inconfutabile del legame tra i gas di scarico dei motori diesel e la diffusione del cancro rende necessario un intervento straordinario da parte della Procura, a tutela della salute dei cittadini. Da qui la richiesta di sequestro dei veicoli diesel, dato che sono una fonte di morte certa".
Il Codacons sembra ipotizzare anche una possibile class action, mentre l'Associazione europea dei costruttori d'auto (Acea) rimane stupita dei dati dell'OMS, ricordando come tali "tecnologie sono state sviluppate proprio per rispondere a queste preoccupazioni e le ultime tecnologie diesel sono veramente molto pulite".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: