le notizie che fanno testo, dal 2010

Tumore alla prostata asportato da robot Da Vinci con un'unica incisione

All'Ospedale San Raffaele è stato asportato per la prima volta un tumore alla prostata con una sola incisione, grazie al'impiego del sistema robotico Da Vinci.

"È stato realizzato per la prima volta in Italia un intervento di prostatectomia radicale robotica single port, su un paziente di 56 anni affetto da tumore alla prostata. A eseguire la procedura il dottor Franco Gaboardi, esperto di chirurgia urologica mini invasiva, microchirurgia urologica e oncologia urologica, primario dell'Unità di Urologia dell'IRCCS Ospedale San Raffaele Turro, una delle 18 strutture di eccellenza del Gruppo Ospedaliero San Donato, insieme ai medici della sua équipe" viene comunicato attraverso una nota del nosocomio.

"Il cancro alla prostata rappresenta il più frequente tumore solido nei paesi occidentali ed è la seconda causa di morte negli uomini dopo il tumore al polmone. - si ricorda - L'intervento standard per via laparoscopica prevede l'impiego del sistema robotico Da Vinci attraverso 6 piccole incisioni, una a livello ombelicale e 5 a livello addominale. La peculiarità dell'intervento, eseguito presso l'Ospedale San Raffaele Turro, è l'ulteriore riduzione dell'invasività dell'operazione, realizzata tramite una sola incisione. Durante l'innovativa operazione, effettuata dal dottor Gaboardi e dalla sua équipe, la prostata e i linfonodi del paziente sono stati asportati sempre con l'ausilio del robot Da Vinci, ma per mezzo di un'unica incisione periombelicale e, attraverso lo stesso accesso, anche la vescica è stata poi ricollegata all'uretra per ripristinare la continuità anatomica".

"Pur non potendo trarre conclusioni definitive, i vantaggi di questa tecnica, al di là del fattore estetico, riguardano soprattutto un'importante riduzione del dolore post-operatorio e una più rapida dimissione del paziente. - spiegano infine - L'intervento single port, finora impiegato quasi esclusivamente per la riparazione di alcune malformazioni renali, quali la sindrome del giunto pieloureterale, è stato sfruttato in questo caso per la prima volta per rimuovere un tumore alla prostata, e in considerazione dell'ottimo risultato ottenuto, è stato avviato presso l'unità di Urologia dell'Ospedale San Raffaele Turro un programma di interventi single port che verranno eseguiti sui pazienti affetti da tumore della prostata.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# cancro# Donato# Italia# medici# polmone# prostata# robot# tumore