le notizie che fanno testo, dal 2010

Scandalo carne di cavallo in manzo, Codacons: esposto contro EFSA

Dopo che la Nestlè annuncia il ritiro di alcuni prodotti Buitoni poiché rilevata carne di cavallo dove doveva esserci solo manzo, il Codacons annuncia di stare preparando "un esposto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica di Parma, affinché si accerti il corretto utilizzo dei fondi pubblici" EFSA, chiedendo come mai non è riuscita a vigilare e prevenire tale scandalo.

Dopo che la Nestlè annuncia il ritiro, in Italia, dei "Ravioli di Brasato Buitoni" e dei "Tortellini di Carne" Buitoni, poiché rilevata carne equina nel prodotto che doveva contenere solo manzo, il Codacons "sferra un durissimo attacco all'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA)", come si legge in una nota. Dopo l'Inghilterra, infatti, lo scandalo della carne di cavallo coinvolge anche l'Italia, ed il Codacons si chiede quindi "quale sia il ruolo dell'EFSA e come operi concretamente questa Autorità". Il Codacons chiede quindi le "dimissioni dei vertici dell'EFSA" visto che "appare assurdo che un ente, nato proprio per tutelare i consumatori europei sul fronte alimentare, non abbia saputo prevenire uno scandalo di tale entità". Il presidente Carlo Rienzi sottolinea come "la vicenda della carne di cavallo dimostra chiaramente come sia oramai indispensabile un sistema di tracciabilità totale dei prodotti alimentari, al fine di garantire ed informare i consumatori circa la 'vita' dell'alimento, dal campo o dall'allevamento fino alla tavola", ricordando come il Codacons "assieme ai grandi network mondiali, sta studiando un sistema per assicurare, attraverso le analisi del DNA di tutti i prodotti alimentari, la tracciabilità assoluta degli alimenti in tutti i suoi passaggi, partendo dal mangime somministrato agli animali fino ad arrivare all'esposizione sui banchi di mercato o presso gli scaffali dei supermercati". Il Codacons annuncia quindi di stare preparando "un esposto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica di Parma, affinché si accerti il corretto utilizzo dei fondi pubblici" utilizzati dall'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: