le notizie che fanno testo, dal 2010

Postepay: nonna, mamma e figlia terrore delle tabaccherie di Roma

Tre donne erano diventate il terrore delle tabaccherie romane con ricevitoria Sisal. La nonna di 79 anni, la mamma di 50 e la figlia-nipote di 24 anni, infatti, avevavano già truffato 21 esercenti prima di essere arrestate il giorno di Ferragosto.

Tre donne erano diventate il terrore delle tabaccherie romane con ricevitoria Sisal. La nonna di 79 anni, la mamma di 50 e la figlia-nipote di 24 anni, infatti, avevavano già truffato 21 esercenti prima di essere arrestate il giorno di Ferragosto.
Le tre donne entravano in una tabaccheria, richiedevano la ricarica della postepay, facevano finta di aer dimenticato i soldi in auto e sparivano. I gestori dei tabacchi le lasciavano uscire perché in pegno lasciavano il loro portafoglio, che però puntualmente si rivelava vuoto.
L'ultimo colpo hanno cercato di portarlo a termine in una tabaccheria-ricevitoria Sisal a via Cavour, ma mentre fuggivano sono state riconosciute da dei carabinieri, visto che la loro identità era già stata svelata dalle telecamere di video-sorveglianza dei negozi.

© riproduzione riservata | online: | update: 17/08/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

argomenti correlati:
auto Cavour donne Sisal telecamere
social foto
Postepay: nonna, mamma e figlia terrore delle tabaccherie di Roma
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI