le notizie che fanno testo, dal 2010

Genova: truffa "carosello" da 500 milioni di euro

A Genova truffa per milioni di euro su prodotti informatici utilizzando le care vecchie e criminali "fatture false" che impoveriscono il Paese e fanno aumentare le tasse. Lo schema della truffa era quella conosciuta come a "carosello" sugli scambi intracomunitari.

La truffa è quella semplice semplice dal punto di vista logico ma tremendamente complicata da organizzare e notevolmente squallida dal punto di vista morale. A Genova truffa per milioni di euro su prodotti informatici utilizzando le care vecchie e criminali "fatture false" che impoveriscono il Paese e fanno aumentare le tasse. Lo schema della truffa era quella conosciuta come a "carosello" sugli scambi intracomunitari. I criminali rubavano dati anagrafici di degenti e disabili per utilizzarli, chiaramente senza che i poverini ne sapessero niente, come prestanome di società fittizie create per diventare "cartiere" come si dice in gergo, ovvero società che producono solo "fatture false". Il core business delle finte società che si "giravano" finte fatture era la commercializzazione di prodotti informatici in tutta Europa.
Il bottino della squallida associazione a delinquere era un giro di fatture false per quasi mezzo miliardo di euro. Fortunatamente questa associazione criminale che prosperava in diverse regioni del centro-nord è stata sgominata dal Nucleo di Polizia Tributaria di Genova. Le indagini sono durate due anni e mezzo e sono partite da una società genovese risultante "evasore totale". Otto le persone denunciate.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# disabili# euro# Europa# Genova# Paese# tasse# truffa# vista