le notizie che fanno testo, dal 2010

Agenzia delle Entrate: nessun rimborso, è una truffa via e-mail

L'Agenzia delle Entrate rende noto che in questi ultimi giorni nella provincia del Veneto alcuni contribuenti hanno ricevuto una e-mail per un presunto rimborso, ma è una truffa per rubare tutti quei dati sensibili di cui i malviventi sono ghiotti.

E' la truffa più vecchia del mondo e non è certo la prima volta che accade. Spesso il mittente si dichiara essere Poste italiane, altre volte, come questa, Agenzia delle Entrate. Il testo del messaggio è più o meno sempre lo stesso e molte volte è anche scritto male, ma visto il successo estivo delle ragazze di "'na bira e un calippo" non c'è da stupirsene. In poche parole si comunica all'ignaro utente che apre la sua casella di posta elettronica che si ha diritto ad un rimborso e che basta compilare un modulo, spesso in allegato alla e-mail, per ricevere direttamente sulla propria carta di credito i soldi dovuti. Un sogno, che dovrebbe immediatamente far sospettare tutti i cittadini, visto che la burocrazia italiana non brilla certo per celerità, specialmente nei casi in cui lo Stato deve rimborsare.
L'Agenzia delle Entrate ha così diramato una nota che specifica che in questi ultimi giorni alcuni contribuenti della provincia del Veneto hanno ricevuto una e-mail dove si chiedeva di inviare ad un indirizzo che sembrava, ma che non era, quello del fisco tutti i propri dati personali compreso quello della carta di credito. Chi abboccava però alla truffa avrebbe però scoperto che invece di un addebito ci sarebbe stato probabilmente qualche prelevamento illecito, oltre alla beffa di aver fornito tutti quei dati sensibili non ancora messi in piazza (o in bacheca) magari su Facebook.
L'Agenzia delle Entrate fa sapere comunque che chiunque voglia richiedere dei rimborsi può invece trovare i moduli per la richiesta direttamente sul loro sito internet o se si è utenti abilitati ai servizi telematici la stessa procedura può essere inviata on-line in una pagina web protetta.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: