le notizie che fanno testo, dal 2010

Baricella: truffa su internet, vende biglietto concerto e sparisce. Tre denunce

"I Carabinieri della Stazione di Baricella hanno denunciato un 51enne di Scandiano, una 44enne e un 48enne, entrambi di Napoli, tutti con precedenti di polizia, anche specifici, per truffa in concorso", spiega in un comunicato l'Arma.

"I Carabinieri della Stazione di Baricella (Bologna) hanno denunciato un 51enne di Scandiano, una 44enne e un 48enne, entrambi di Napoli, tutti con precedenti di polizia, anche specifici, per truffa in concorso. Il 10 febbraio scorso, una studentessa italiana di 20 anni si reca dai Carabinieri di Baricella denunciando di essere stata truffata durante la compravendita di un biglietto, al costo di 160 euro, per partecipare al concerto di una nota cantante internazionale presso l'Arena di Verona" si rivela in un comunicato dall'Arma.

La Benemerita spiega dunque: "La vittima riferiva di aver avviato la trattativa con una donna, 31enne di Bergamo, che aveva conosciuto su un social network e con la quale si era scambiata una serie di messaggi fino alla conferma dell'acquisto, avvenuto mediante ricarica di una carta di credito prepagata intestata a una 30enne di Bari. Questa, interpellata dai Carabinieri, è risultata estranea ai fatti e pertanto vittima di sostituzione di persona. Indagando più a fondo sulla carta di credito, è emerso che la stessa era stata attivata fornendo il numero di telefono intestato a una 24enne di Bari, a sua volta estranea ai fatti e vittima di sostituzione di persona."

"Prima di arrivare ai responsabili - viene fatto sapere infine dai militi -, i Carabinieri hanno scoperto altre due vittime di sostituzione di persona, la 31enne di Bergamo con cui la studentessa aveva avviato la trattativa era all'oscuro di tutto e un 28enne di Modena intestatario, senza saperlo, di un numero di telefono che era stato ricaricato con i soldi proveniente dalla carta di credito prepagata su cui affluiva il denaro 'sporco'. Nonostante la capacità dei tre denunciati di sfuggire alla Giustizia attraverso dei sottili sotterfugi, i Carabinieri sono comunque riusciti a individuarli analizzando attentamente i nominativi riportati nell'estratto conto della carta di credito prepagata."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: