le notizie che fanno testo, dal 2010

Alta velocità, Carloni (PD): bene rinforzare offerta servizi e treni pendolari

"Sono soddisfatta della risposta del governo, soprattutto perché Trenitalia prevede di potenziare e rinforzare l'offerta di treni, sulla tratta Roma-Napoli, sia nella fascia mattutina che pomeridiana, laddove si registrasse una rilevante domanda pendolare, analogamente a quanto è avvenuto sulla tratta Torino-Milano, dove è stata inserita nella programmazione una coppia aggiuntiva di treni nelle fasce maggiormente utilizzate", così Anna Maria Carloni, deputata del Partito Democratico .

"Sono soddisfatta della risposta del governo, soprattutto perché Trenitalia prevede di potenziare e rinforzare l'offerta di treni, sulla tratta Roma-Napoli, sia nella fascia mattutina che pomeridiana, laddove si registrasse una rilevante domanda pendolare, analogamente a quanto è avvenuto sulla tratta Torino-Milano, dove è stata inserita nella programmazione una coppia aggiuntiva di treni nelle fasce maggiormente utilizzate" dichiara la deputata del PD, Anna Maria Carloni che ha presentato una interrogazione in commissione Trasporti della Camera sulla introduzione da parte di Trenitalia dell'obbligo di prenotazione per i titolari di un abbonamento per treni ad alta velocità.
"Inoltre relativamente alla introduzione dell'obbligo di prenotazione del posto sul treno - si afferma infine -, motivato da prevalenti ragioni di sicurezza e qualità del servizio, soprattutto in particolari condizioni di affollamento, Trenitalia ha previsto per il primo periodo di applicazione ( 1-15 luglio ) che gli abbonati non in possesso della prenotazione non vengano sanzionati. Si tratta certamente di risultati positivi ottenuti grazie alla mobilitazione dei pendolari e alla nostra iniziativa parlamentare, che rispondono alla esigenza di migliorare e qualificare il servizio a fronte della crescita della domanda di Alta Velocità, di regolare il carico dei treni ed evitare situazioni di criticità anche per gli abbonati. Resta tuttavia ancora irrisolto il problema della modalità di prenotazione e di modifica della stessa che, contrariamente ai ritmi di lavoro che sono sempre più incalzanti e variabili, rimangono lente e macchinose per l'incertezza dell'accesso alle biglietterie sempre insufficienti a fronteggiare la massa di utenti. Ho ulteriormente sollecitato la necessità di prevedere la creazione di una apposita applicazione telefonica per la prenotazione, specificamente dedicata, che sia di facile accesso e fruibilità. Ho infine sottolineato la necessità di effettuare valutazioni e verifiche puntuali dopo il periodo estivo, caratterizzato da maggiori flussi turistici e turni di ferie lavorative."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: