le notizie che fanno testo, dal 2010

Trapianto polmoni recuperati salva vita 24enne. Prima volta in Italia

Un ragazzo di 24 anni è stato salvato grazie ad una nuova tecnica messa a punto da Franco Valenza, ricercatore universitario, cioè un trapianto di polmoni "recuperati" e scartati "da tutti gli altri centri di trapianto", come spiega il Policlinico di Milano.

Un ragazzo di 24 anni è stato salvato grazie ad una nuova tecnica messa a punto da Franco Valenza, ricercatore universitario presso il dipartimento di Anestesia e rianimazione diretto da Luciano Gattinoni. Un chiaro esempio di che cosa significa investire nella ricerca in Italia. Il ragazzo, affetto da fibrosi cistica e in cura fin dalla nascita, era improvvisamente peggiorato tanto da dover essere attaccato alla macchina cuore-polmoni Ecmo, messa a punto sempre da Gattinoni circa 30 anni fa. Nonostante fosse richiesto un trapianto d'urgenza, dopo 6 giorni non si riusciva ancora a trovare un donatore. L'unica offerta, infine, fu quella di due "polmoni molto compromessi e per questo scartati da tutti gli altri centri di trapianto", spiegano dal Policlinico di Milano. Poiché le condizioni del ragazzo erano ormai critiche, l'ospedale decise di accettare i due polmoni per "sottoporli alla tecnica messa a punto dal dottor Valenza e finora mai applicata sull'uomo, anche se si è conclusa la fase di sperimentazione sugli animali". Una volta "rianimati" i due polmoni con questa "tecnica di recupero d'organo", sono stati trapiantati nel giovane, grazie ad un'operazione guidata dall'équipe di Luigi Santambrogio, direttore dell'unità di Chirurgia toracica del Policlinico. E "i polmoni hanno iniziato a funzionare subito" raccontano soddisfatti, visto che non solo con questa nuova tecnica si è potuto salvare una vita ma anche perché è stata la prima volta che veniva utilizzata in Italia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# animali# fibrosi cistica# Italia# Milano# ricerca# Valenza